CONDIVIDI

LiveFoto Report EDGUY + UNISONIC@Live Music Club – Trezzo Sull’ Adda (MI)- 7 Ottobre 2014

Report e foto a cura di Fabrizio Tasso

Data imperdibile per ogni vero defender quella che si è svolta al Live Music Club di Trezzo Sull'Adda. Il binomio Unisonic/Edguy rappresenta uno di quegli eventi dai quali ci si può esonerare solo dietro la presentazione di regolare certificato medico. Ed in effetti la presenza di un folto e rumoroso pubblico ha sicuramente certificato la perfetta riuscita della serata, anche se Giove Pluvio ha cercato in tutte le maniere di ostacolarci. A causa del traffico, purtroppo, non riusciamo ad assistere allo show degli Starchild. Peccato perchè eravamo davvero curiosi di vedere all'opera la band di Sandro Gianpietro e Michael Ehré. In effetti abbiamo giusto il tempo di posizionarci sotto il palco e da lì a pochi minuti gli Unisonic irrompono sulla scena.



Per prima cosa stima massima per Michael Kiske che nonostante la rottura dei legamenti del ginocchio sinistro, che lo ha costretto a cantare seduto, ha dato sfoggio di una professionalità e un amore per la musica senza uguali. Basterebbe solo questo per meritare il massimo dei voti, ma la voce del buon Michael ci ha entusiasmato in maniera talmente divina che bisognerebbe costruirgli un monumento. Sin dall'iniziale “For The Kingdom” il singer teutonico ha sciorinato una performance da urlo, che a tratti ci ha lasciato con puri brividi di esaltazione. Scorrono veloci le varie “Star Rider”, il singolo “Exceptional” e la stupenda “Throne Of The Dawn” in un tripudio di applausi. Kai Hansen, Dennis Ward e il resto della band non sono da me meno in quanto a prestazione. Semplicemente perfetti in ogni loro movenza. La scaletta è incentrata ovviamente su i loro due lavori, ma quando viene annunciata “I Want Out” il boato che scaturisce dal pubblico fa letteralmente tremare i muri del locale. “Unisonic” chiude in maniera perfetta un grande live di una band eccezionale.


Ed ora signore e signori la band che tutti aspettavamo, gli Edguy! Forti di un nuovo album (“Space Police”) il gruppo capitanato dall'istrionico e geniale Tobias Sammet dà fuoco alle polveri con “Love Tyger” e da qui in poi sarà un crescendo di emozioni. La bravura del cantante di Fulda non sta solo nella sua splendida voce ma sta sopratutto nella sua maniera di interpretare il ruolo del frontman. Bastano infatti pochi secondi per far suo il pubblico e guidarlo a suo piacimento durante tutta la serata. Sarà il fatto che il concerto viene registrato (magari uscirà in futuro un live in Italy...forse), ma molto più probabilmente per la bravura dei ragazzi, che la sala risponde con un'enfasi strepitosa. La scaletta è ben bilanciata tra i pezzi estratti dal loro ultimo platter (“Defenders Of The Crown” con l'accenno a “Running Free” dei Maiden e “Rock Me Amadeus” da standing ovation) e i loro cavalli da battaglia come “Babylon” (con il ricordo che fugge a qualche anno fa quando il pubblico la richiese talmente a gran voce da indurre gli Edguy a cambiare la set list), “Superheroes” (con autodedica di Toby), “Vain Glory Opera” e la stratosferica “Land Of Miracle”. Suoni sensazionali, set luci spaziale e band in palla sono il sogno di ogni devoto fan e fortunatamente stasera ne abbiamo goduto tutti. Sono poi sicuramente da citare l'assolo di batteria di Felix (con annessa “The Imperial March” e solo di flauto!) e la sagoma gonfiabile del personaggio in copertina di “Space Police”, due chicche inaspettate ma assolutamente in linea con lo spirito goliardico della band. E' appunto quest'ultimo che rende questa band da vedere dal vivo a tutti i costi. Negli Avantasia, per via della complessità dello spettacolo, si perde un poco questa sfacettatura, che invece negli Edguy è parte integrante della loro personalità. “Lavatory Love Machine” e “King Of Fools” ci regalano le ultime intense emozioni prima che il sipario scenda su questo superbo evento. Gli Edguy ancora una volta dimostrano che cosa vuol dire stare su un palco e regalare un'ora e 40 minuti di pura e intensa passione.


Lunga vita e Toby e compagni, alla prossima loro calata non saranno ammesse scuse nè giustificazioni di alcun tipo. Ci dovrete essere e basta!      


Edguy Set List

1. Love Tyger

2. Out Of Vogue

3. Ministry Of Saints

4. Superheroes

5. Defenders Of The Crown

6. Vain Glory Opera

7. Drum Solo

8. Space Police

9. Babylon

10. Rock Me Amadeus

11. Land Of Miracle 

12. Tears Of A Mandrake

bis

13. Lavatory Love Machine

14. King Of Fools



Unisonic Set List

1. For The Kingdom

2. Exceptional

3. Star Rider

4. Your Time As Come

5. When The Deed Is Done

6. King For A Day

7. Throne Of The Dawn

8. I Want Out

9. Unisonic

UNISONIC