CONDIVIDI

Recensione WHITESNAKE - “Live In 1984 – Back To The Bone”

WHITESNAKE

Live In 1984 – Back To The Bone

Frontiers Music srl

Release Date: 7 novembre 2014 




Quarto live album nel giro di 4 anni. Bisogna dire che Mr. Coverdale sta proprio dando fondo a tutto quello che riesce a trovare. Il problema fondamentale è che questo “Live In 1984 – Back To The Bone” risulta essere un lavoro fatto in economia. Cosa vuol dire? È quando, non avendo niente di nuovo da proporre, cominci a scavare in soffitta e per caso riesci a trovare qualcosa che per te è a costo zero e quindi tutto quello che ne ricavi è comunque un guadagno. Che David fosse famoso (oltre che per le sue numerose doti) per aver il “braccino” un po troppo corto è risaputo, ma mai avremmo immaginato che si fosse anche riempito le tasche di ricci! Questa operazione non puzza di commerciale, è marketing allo stato puro.


Tutte le registrazioni (sia audio che video) sono note ai fan degli Whitesnake da tempo immemore, il dvd di Super Rock 84, per esempio, è da anni in versione integrale su You Tube, così come l'ultimo show di Jon Lord con la band. Passando al lato prettamente musicale avrete la possibilità di ascoltare gli Whitesnake nel periodo pre-1987, con l'inedita formazione ad un sola chitarra (John Sikes), ma comunque composta da mostri sacri come Neil Murray al basso e Cozy Powell alla batteria. Molto meglio la prima parte, intitolata “Snakeskin Boots – The Best Of Bootlegs”, grazie ad una registrazione migliore e a due versioni strepitose di “Guilty Of Love” e “Crying In The Rain”. Un po' sotto tono (anche a livello audio) i 3 pezzi estrapolati da Super Rock 84, mentre il medley finale con Jon Lord è una chicca storica sicuramente da assaporare. Certo le 3 versioni di “Love Ain't No Stranger” alla fine stancano un po', ma lo show in quel di Las Vegas con l'ultima performance di Jon Lord nei Whitesnake, rappresenta quel valore aggiunto che risolleva il valore di quest'opera. In definitiva questa lavoro sarà comunque comprato dai “Die Hard Fans” di David e compagni, ma lascia un po' con l'amaro in bocca.


Vi lasciamo con un post di Neil Murray pubblicato su facebook in merito a quest'uscita: “No Doubt I Won't Get A Bean From This”.

 


Recensione a cura di Fabrizio Tasso



Tracklist cd:

 

Snakeskin Boots – The Best Of Bootlegs

1. Gambler

2. Guilty Of Love

3. Love Ain't No Stranger

4. Slow an' Easy

5. Walking In The Shadow Of The Blues

6. Ready an' Willing

7. Guitar Solo

8. Crying In The Rain

9. Soldier Of Fortune

Super Rock 84

10. Love Ain't No Stranger

11. Ready an' Willing

12. Slow an' Easy

EP Audio Track- Jon Lord’s Final Performance Whitesnake: 

13. Medley: Gambler; Guilty of Love; Love Ain't No Stranger; Ready an' Willing. 


Tracklist Dvd :

Super Rock 84

1. Gambler

2. Guilty Of Love

3. Love Ain't No Stranger

4. Ready an' Willing

5. Slow an' Easy

6. Crying In The Rain

7. Guitar Solo

8. Soldier Of Fortune

9. Drum Solo

10. Ain't No Love In The Heart Of The City

11. Don't Break My Heart Again

Jon Lord’s Final Performance Whitesnake: 

12. Medley: Gambler; Guilty of Love; Love Ain't No Stranger; Ready an' Willing.



Line up:

David Coverdale - vocals

John Sykes - guitar

Neil Murray – bass

Cozy Powell – drums

Richard Bailey - Keyboards

Jon Lord – Keybords (on track 13 cd e track 12 dvd)