CONDIVIDI

lun

12

gen

2015

 

Recensione – MARILYN MANSON The Pale Emperor

MARILYN MANSON

The Pale Emperor

Hell, etc.,Cooking Vinyl

Release date: 19 gennaio 2015




Carissimi devoti ed accoliti il Reverendo Manson è tornato, più in lustro che mai!! Il nuovo lavoro The Pale Emperor fa la sua comparsa agli albori del 2015 nonostante qualche “assaggio” ci sia stato dato sullo scadere del passato anno. Dopo il cupo e Dark “Born Villain”, chiaramente ed espressamente ispirato ai passati ascolti di Bauhouse e Joy Division prima della sua carriera, Marilyn Manson si rilancia in una nuova dimensione, senza stravolgimenti al suo classico stile, intendiamoci.



Apertura affidata alla psichedelica e scandita “Killing Stranger”, lenta e pesante, quasi trascinata nel ritmo che, grazie alla Top Track “Deep Six” ridà un po’ di verve e fa sperare in un album in stile “Mechanical Animal”. Ahimè è solo un illusione. Ottimo tiro e fortissimo impatto per una delle poche tracce dal sapore del “vero” ed eclettico Manson. Basso a farla da padrone in un riff monocorda per “Third Day Of A Seven Day Binge”, brano in tipico stile Decadente-Depressivo, caratteristico del Reverendo; con “The Mephistopheles Of Los Angeles” si intravede uno spiraglio di luce ma si rimane avvolti un groove fottutamente ammaliante, come le braccia di una sgualdrina di 2′ classe. Si brancola in un ambiente cupo, come in preda ad allucinazioni artificiali, offerte da “Warship My Wreck”, altro brano lento, ritmato e orientato al disfacimento delle membra. Voce fuoricampo in stile Gestapo apre l’inno degli schiavi sognatori di “Slave Only Dream to be King” che, ad un primo ascolto, vi riporterà alla memoria ”Personal Jesus” coverizzata dallo stesso Manson fino a farvi fare un mix nel cantato delle due song. Un colpetto di vita la offre “The Devil Beneath My Feet” dove lo standard del cantato si associa a qualche Dub ed a musiche quasi in stile 70’ies rivisitate; assonanza con il giro di basso di “Dope Show” per “Birds Of Hell Awaiting”, altro brano da club Cyberpunk in chiave Matrix. Tipico riff di chitarra in stile Martin Gore nella irriverente ma convincente “Cupid Carries A Gun”. Chiusura dell’album standard è “Odd of Even”, altra traccia lenta e “hot”, ottima per lo spogliarello della Milf della porta accanto, non più di “primo pelo”. Il trittico finale della Deluxe Version ci delizia di un brano in chiave acustica, “Day 3”, Remake di “Third Day Of A Seven Day Binge”, ove l’espressività vocale del Reverendo raggiunge il culmine; anche per “Fated, Faithful, Fatal” Twiggy Ramirez mantiene imbracciata la chitarra acustica proponendoci un altro Remake, questa volta di “The Mephistopheles Of Los Angeles” di qualità veramente eccezionale. Chiusura definitiva del terzetto acustico è sancita da “Fall Of The House Of Death”, brano di rispettabile stile e interpretazione.



Un disco che necessita di ripetuti ed approfonditi ascolti “The Pale Emperor” in quanto potrebbe assumere una indefinita uniforme massa musicale. Non è così perchè ha sfaccettature sottili e finemente ricamate ma che, in tutta onestà e per il calibro di Marilyn Manson, ci si poteva aspettare una rivoluzione un pochino più netta. Da colui che è sempre stato additato come il simbolo di trasgressione ed ecletticità, erroneamente spesso anche in maniera negativa, ci si aspettava qualcosa di più, magari sullo stile del citato “Mechanical Animal” che ha dato una sensibile svolta nel panorama musicale.



Review by Luca MonsterLord



Tracklist

1. Killing Strangers

2. Deep Six

3. Third Day Of A Seven Day Binge

4. The Mephistopheles Of Los Angeles

5. Warship My Wreck

6. Slave Only Dreams To Be King

7. The Devil Beneath My Feet

8. Birds Of Hell Awaiting

9. Cupid Carries A Gun

10. Odds Of Even

Deluxe edition includes

11. Day 3

12. Fated, Faithful, Fatal

13. Fall Of The House Of Death



LineUp

Marilyn Manson – voce

Twiggy Ramirez – chitarra, basso

Tyler Bates – chitarra, tastiere

Gil Sharone – batteria

Shooter Jennings – chitarre addizionali



Contatcs

Official WebSite

Official Facebook Page