CONDIVIDI

LiveReport DROPKICK MURPHYS + The Mahones + Blood Or Whiskey + Bryan McPherson @ LIVE MUSIC CLUB, Trezzo Sull’Adda (Mi) – 20 Febbraio 2015 

Live Report a cura di Marghe Simonetti

 

Il giorno dell’invasione celtica in Italia è arrivato e la folla è quella delle grandi occasioni. Un meritato sold out al Live Music Club di Trezzo Sull’Adda (MI) per la calata della più grande celtic punk band esistenteQuesta è l’unica tappa invernale dei Dropkick Murphys, dopo il successo ottenuto al Rock Am Ring Festival di Bolzano la scorsa estate, nati nel South Boston - più precisamente a Quincy - e una bella folla in trepidante attesa ci si para davanti all’arrivo nel locale strapieno per questa serata da tutto esaurito già da alcuni mesi.


Alle 20,45 è Bryan McPherson con la sua sessione acustica a dare il via allo spettacolo, seguito alle 21,15 è dai bravi Blood Or Whiskey e alle 22,00 circa dagli interessantissimi The Mahones che scaldano l’ambiente alla grande. Alle 23,00 ha inizio lo spettacolo dei tanto attesi Dropkick Murphys e il punk rock si fonde da subito con le melodie del folk irlandese, provocando emozione e un boato generale. Il singer Al Barr, l’unico a non avere origini irlandesi, non si risparmia, così come la sua band, affiatata e goliardicamente vogliosa di fare casino. I pezzi si susseguono tra più recenti e datati, punk, hardcore, rock & folk, veloci e senza calo, per un’ora e mezza circa di live intenso e sorprendente. Ogni canzone è un coro dei presenti, “Out of Our Heads”, “Rose Tattoo”, “The State of Massachusetts” fino a “Caps and Bottles”, cantata dal talentuoso Bryan McPherson, il quale poi tornerà sul palco insieme ai Blood Or Whiskey e ai The Mahones per il finale prima dei bis, per suonare “I’m Shipping Up to Boston”, divenuta successo internazionale grazie all’inserimento nella colonna sonora del film “The Departed” di Martin Scorsese nel 2006. La chiusura è una invasione di palco da parte del pubblico come da tradizione, per sigillare una vera serata di festa ben riuscita.


Che dire, i Dropkick Murphys con la loro musica riescono sempre a trattare argomenti seri con una veste spensierata, dedicando i loro sforzi all’aiuto della collettività e facendo felici gli ascoltatori. Un bel tiro per una band che si merita tutto il successo che ha e a cui vanno complimenti sinceri.

I nostri grazie sono per la Hub Music Factory e per il Live Music Club di Trezzo Sull’Adda per la professionalità e l’accoglienza, alla grande come sempre.

 

Setlist Dropkick Murphys:

The Foggy Dew (The Chieftains song)

  1. Out of Our Heads

  2. Citizen C.I.A.

  3. The Gang’s All Here

  4. Sunday Hardcore Matinee

  5. Rose Tattoo

  6. Rocky Road To Dublin (traditional cover)

  7. Walk Don’t Run

  8. The State Of Massachusetts

  9. The Warrior’s Code

  10. Cruel

  11. The Auld Triangle

  12. Famous For Nothing

  13. Peg O’ My Heart

  14. God Willing

  15. Hate Bomb

  16. Caps and Bottles (by Bryan McPherson)

  17. Do or Die

  18. Memories Remain

  19. Barroom Hero

  20. Going out in Style

  21. Fields Of Athenry

  22. The Walking Dead

  23. Johnny, I hardly Know Ya

  24. I’m Shipping Up To Boston (with Bryan McPherson, Blood Or Whiskey and The Mahones)

 

Encore:

  1. The Boys Are Back

  2. Kiss Me, I’m Shitfaced

  3. Skinhead on the MBTA

  4. If The Kids Are United (Sham 69 cover)

 

 

Line-up:

Al Barr_voce

Ken Casey_basso, voce

Tim Brennan_chitarra, fisarmonica, cori

Jeff Darosa_mandolino, tin whistle, banjo, bouzouki, chitarra acustica, tastiere, cori

Matt Kelly_batteria, bodhràn, cori

James Lynch_chitarra, cori

Scruffy Wallace_cornamusa

 

 

 

Web site:

www.dropkickmurphys.com

www.facebook.com/DropkickMurphys

www.twitter.com/dropkickmurphys