CONDIVIDI

Live Report TOTO @ Estathe Market Sound, Milano - 3 Luglio 2015

Report a cura di Fabrizio Tasso


Emozione: agitazione, sollevamento di spirito, entusiasmo o altrimenti commozione. Con questa semplice parola si può tranquillamente descrivere quello che ieri sera i Toto sono stati in grado di trasmettere al folto pubblico accorso all' Estathe Market Sound. La band americana capitanata dai sempreverdi Steve Lukather, David Paich, Steve Porcaro e Joseph Williams, forte di uno strepitoso nuovo album (Toto XIV), è stata protagonista di uno dei live più belli di quest'anno. La classe dei musicisti, unita alla loro tecnica sopraffina, ha strabiliato tutti i presenti con una prestazione maiuscola dove ogni singolo istante è stato puro idillio. Oltre alle capacità strumentali è l'atteggiamento dei Toto sul palco a rappresentare il valore aggiunto a questo show.

 

A turno ogni componente della band (compresi i coristi) ha avuto il proprio spazio e il suo momento di gloria. Naturalmente Lukather e Paich sono quelli che catalizzano maggiormente l'attenzione della venue ma anche Williams (con la sua grandissima ugola) e Steve Porcaro non si sono certo fatti da parte. La scaletta poi è un ottimo compromesso tra brani nuovi, hit storiche e “chicche” del passato. Tra i nuovi pezzi si rimane assolutamente travolti dalle versioni di “Burn”, “Great Expectations” (con l'inclusione della celeberrima “Can You Hear What I'm Sayng” e soprattutto da “Orphan” cantata da Joseph insieme ai due coristi in maniera divina. I vari cambi dietro il microfono che vedono alternarsi Steve Lukather (“I Won't Hold You Back”, “Never Enough” dal capolavoro Kingdom Of Desire”), David Paich (“Stranger In Town”) e Steve Porcaro (“Takin' It Back”) sono pure perle di rock melodico, ma le canzoni che sicuramente rimarranno impresse indelebilmente sono: “Pamela” che con la sua chiusura Jazz lascia tutti a bocca aperta, “Without Your Love” con il finale che esplode in “Little Wing” di Hendrix con un Lukather da premio Oscar e la commovente “The Road Goes On” con la dedica a Mike e Jeff Porcaro. Il resto è storia con “Rosanna” a chiudere la prima parte del concerto e l'inossidabile “Africa” a chiudere i bis, coinvolgendo tutti i presenti grazie alla sua lunga rivisitazione.

 

Dopo quasi 40 anni di carriera i Toto dimostrano ancora una volta che la loro voglia di fare musica è forte ora più che mai. Nessuna sbavatura o incertezza, il loro live ha rasentato la perfezione donando alle loro composizioni una forza d'impatto più tipica dell' hard rock che a quella del rock melodico. In più le varie influenze che variano dal soul, al jazz e al blues hanno dato quel tocco di gran classe che è il loro marchio di fabbrica. Lunga vita ai Toto, veri e propri maestri della melodia.

 

Ringraziamenti alla D'Alessandro e Galli, per l'ottima organizzazione e per aver centrato in pieno l'obiettivo. I Toto non deludono mai!

 

 

Toto set list

1. Running Out Of Time

2. I'll Supply The Love

3. Burn

4. Stranger In Town

5. I Won't Hold You Back

6. Hold The Line

7. Takin' It Back

8. Never Enough

9. Keyboards Solo David Paich

10. Pamela

11. Great Expectations (incl. Can You Hear What I'm Saying)

12. Without Your Love (incl. Little Wing of Jimi Hendrix)

13. Holy War

14. The Road Goes On

15. Orphan

16. Rosanna

bis

17. On The Run / Goodbye Elenore

18. Africa