CONDIVIDI

Recensione GROOVYDO - "Strange Party 6026"

GROOVYDO

Strange Party 6026

Legend Records

Release date: gennaio 2015




Prosegue l'esclusivo viaggio strumentale dei GROOVYDO, ovvero Gianni Cicogna e Sergio Pescara, col nuovo lavoro “Strange Party 6026” che succede all'omonimo album di debutto pubblicato nel 2009.


Un progetto sempre più a vele spiegate per i due eccellenti e navigati musicisti che, per l'occasione si sono avvalsi di artisti altrettanto illustri ed esperti, tra i quali Billy Sheehan, Derek Sherinian, Steve Weingart, Kiko Loureiro e Patrick Caccia.



Le dieci tracce in questione omaggiano un ottimo tris composto da alternative rock, experimental ed elettronica al quale si uniscono in modo fortemente omogeneo tecnica e fantasia, dando così vita a un masterpiece capace di catturare a pieno sia la mente che il cuore.


Lasciamoci adesso travolgere dalle affascinanti onde energetiche dell'opener “Black Mail”, della title track, di “Gravity” e della conclusiva “Insanity”, senza dimenticare l'allettante tam tam della danzereccia “Loft 26”; cinque colpi di autentica maestria e classe senza tempo. Scoppiettante e sorprendente si presenta “Strap”, grazie a quel piccolo tocco blues che ci regala un'immaginaria e contagiosa coreografia ispirata ai leggendari Blues Brothers. Prezioso e puntuale come sempre arriva l'inesauribile momento soft, che si fa apprezzare nella corposa atmosfera di “Spell”, nella freschezza di “Inevitable” e nello sfondo innico ed eccezionalmente cantato di “Maimoni”. A completare la tracklist c'è il sound inebriante di “Recall”: electro style allo stato puro dove un avvincente giro di basso la fa da padrona.


Non resta che dare il via definitivo a 48 minuti di elegante e raffinato Strange Party, un invito al quale chi ama i suoni più innovativi e sopraffini non mancherà certo di partecipare.


Non dimentichiamo infine di sottolineare che l'album è stato prodotto da Patrick Caccia (Sardinas/Steve Vai Tours, John Spicer, Mark Farner) e Thomas Fletcher (Ozzy Osbourne, Steve Lukather, Yes, Scorpions), mentre la registrazione è stata effettuata presso il Cave Studio di Los Angeles dell'onnipresente, impagabile e pluri menzionato Patrick.



Recensione di Francesco Cacciatore


Tracklist

Black Mail

Recall

Loft 26

Strange Party

Maimoni

Strap

Inevitable

Spell

Gravity

Insanity


Line up

Gianni Cicogna - Bass

Sergio Percara - Drums


Link

www.facebook.com/2GROOVYDO