CONDIVIDI

Recensione ROYAL MESS - Royal Mess

ROYAL MESS

Royal Mess

MelodicRock Records

data pubblicazione: 25 settembre 2015

 

 

Iniziamo dalle presentazioni: Björn Göran Nalle Påhlsson, per chi di voi non lo conosce, è un musicista svedese che attualmente suona il basso per i Therion, ma che in passato ha suonato con AB/CD, Treat, Zan Clan, Last Autumn's Dream, Vindictiv, Easy Action. Dopo aver per anni ricoperto un ruolo solo, oggi Nalle dà alla luce il suo esordio discografico (se parliamo di album, visto che nell'89 aveva già pubblicato un 45 giri) e dimostra di essere un musicista completo, visto che su questo lavoro, oltre al basso, canta, suona la chitarra ritmica e le tastiere. Una cosa non da poco ed un ottimo biglietto di presentazione.

 

Le dodici canzoni che compongono questo full length gravitano intorno all'hard rock melodico e per la maggior parte sono tutte cariche di adrenalina se si escludono le due ballad "The Pieces Of My Heart" e "See You In My Dreams" davvero riuscite nel loro complesso, particolarmente toccante la seconda se si pensa che è dedicata al fratello Benny mancato qualche anno fa. "Aces High" non è una cover della famosissima canzone degli Iron Maiden, ma un brano potente e coinvolgente che apre il disco dove Nalle mostra a tutti di cha pasta è fatto, con l'aiuto di Ian Haugland (Europe, Last Autumn's Dream) alla batteria e Mats Olausson (Yngwie Malmsteen) alle tastiere. La qualità delle canzoni è palese sin dal primo ascolto. Brani come "To Hell And Back" catturano subito sia per il coro sia per il ritmo indiavolato (ancora Ian Haugland). "Trip" non è da meno visto che ha il potere di farti battere subito il piedino e contiene un bel duello tra tastiere e chitarra (Henrik Bergvist dei The Poodles). "Mr. Freedom" è un buon mid-tempo nel quale i due soli vengo eseguiti da Love Magnunsson (Dynazty) e Pontus Norgren (Hammerfall ed ex The Poodles). Un'altra canzone trascinante ed aggressiva è "Breakout" nella quale spicca la partecipazione di Kee Marcello nell'assolo.

Un lavoro ben fatto, composto da canzoni relativamente semplici che hanno la capacità di farsi ascoltare e cantare praticamente sin da subito.

 

L'elenco infinito degli ospiti presenti in questo album, non farà altro che aumentare la voglia di ascoltare questo esordio discografico e dona all'album stesso un sacco di sfumature portate proprio dalle qualità e dal gusto di altri musicisti. Un esordio con i fiocchi, speriamo che Nalle possa portare in giro per il mondo questi brani e che la sua carriera solista, appena iniziata, possa proseguire.

 

Recensione di Andrea Lami

 

Tracklist:

01. Aces High

02. Hell City

03. Mr. Freedom

04. Gold Digger

05. Breakout

06. Higher Than Seventh Heaven

07. The Pieces Of My Heart

08. To Hell And Back

09. Trip

10. From Rise To Fall

11. Loaded Gun

12. See You In My Dreams

 

Line up:

Nalle Pahlsson – voce, chitarra ritmica, basso e tastiere

 

ospiti:

Kee Marcello (Kee Marcello band, Easy Action e ex-Europe)

Ian Haugland (Europe)

Mats Olausson (Yngwie Malmsteen)

Jamie Borger (Treat, Last Autumn's Dreams)

Danne McKentzie (Mustasch)

Mats Levén (Candlemass, Therion)

Snowy Shaw (Therion)

Linnéa Vikström (Therion)

Johan Koleberg (Therion)

Pontus Norgren (Hammerfall)

Patrick Appelgren (Treat)

Kristian Niemann (ex Therion)

Zinny Zan (Easy Action, Shotgun Messiah)

Stefan Bergström (Skintrade)

Christian Vidal (Therion)

Micke Hujanen

Igna Jover (Antalgia)

Nicci Notini

Love Magnusson (Dynazty)

Stefan Lindholm (Vindictiv)

Max Lorentz

Henrik Bergqvist (The Poodles)

Mikael Erlandsson (Last Autumn's Dream)

Lasse Andersson (producer, songwriter)

Pontus Larsson (Vindictiv)

 

Link:

www.facebook.com/nallepahlsson