CONDIVIDI

Recensione BULLET FOR MY VALENTINE - Venom 

BULLET FOR MY VALENTINE

Venom

RCA Records

Release 14 Agosto 2015





Molti considerano i Bullet For My Valentine una teenager band nonostante con Venom siano già al loro quinto album. Pareri sempre discordanti in merito alla concretezza musicale sono stati espressi a livello mondiale da varie testate di maggiore o minore competenza artistica ma sta di fatto che con il loro precedente album, Temper Temper del 2013, la band di Matthew Tuck e Michael Paget (indiscusso chitarrista ed alter ego dell' altrettanto blasonato Sinister Gate degli Avenged Sevenfold), hanno messo a tacere la critica. Con Venom lo spessore artistico viene confermato anche se la qualità globale non arriva alle cime del suo predecessore dato che la band propone un Thrash mischiato ad un Metalcore dalla vena Nu-Metal.


Il nuovo trend impone che ogni nuovo album che esce in questi anni debba iniziare con una traccia strumentale che, in soldoni, viene usata per entrare sul palco durante i liveshow. Vogliamo farcela mancare?? No. Infatti “V” (o forse 5 in numero romano per rimarcare il loro quinto LP) introduce il quartetto inglese sul palco che con “No Way Out” che ci chiude in un angolo e ci mena sonori cartoni in pieno volto!!! Riff aggressivi, voce Screamo ed una ritmica devastante per il primo singolo rilasciato dalla band in occasione della pubblicazione dell'album. Altro bombardone che viaggia alla velocità della luce è “Army of Noise”, traccia dal tiro immediato e travolgente, ricco di cambi di tempo ed incisività strumentale, caratteristiche riproposte in chiave Mid Tempo su “Worthless” che frena un pochino gli animi. Top Track con “You Want a Battle? (Here's a War)” che promette fuochi d'artificio in versione Live prestandosi particolarmente alla collaborazione del pubblico presente, soprattutto per la coralità da esprimere sul refrein. “Broken” è un altro brano devastante per velocità e aggressività, un impatto sonoro da togliere il fiato che porta dritta dritta alla Title Track “Venom”, brano più posato e ragionato, nuovamente in Mid Tempo ed in stile 30 Seconds to Mars incattiviti. Altro richiamo Screamo alternato a Clean per “The Harder the Heart (The Harder It Breaks)” che non apporta grandi variazioni al filone conduttore dell'album mentre con la seguente “Skin” si riparte a tutto vapore ed a suon di triplettate di doppia cassa e note tiratissime di 6 corde. Altro brano che di sicuro non diventerà una Hit per questo Lp è”Hell or High Water”, un classicone per il genere ma senza grandi parti tali da essere ricordate per la loro tipicità fatta salva l'accelerazione da pogo infernale sul finale. Eccellente chiusura con “Pariah”, brano dall'eccelsa alternanza di riff annichilenti e comparto basso/batteria verso cui nulla di può obiettare. Una della sei versioni “alternative” prevede varie bonus track e la nostra vede addirittura 6 bonus track tra cui la versione della loro più famosa hit “Scream Aim Fire”, una versione demo di una futura song “In Loving Memory” e la cover della strarifatta “Ace of Spades” dei Motorhead. “Playing God” e”Run for Your Life” sono due tracce di tutto rispetto e che si potevano inserire nell'album a discapito di qualcuna più insipida mentre brano che meritava un posto in prima fila è sicuramente “Raising Hell” che mette chiunque in K.O. tecnico: riff e cavalcate in chiave metal da nostalgici, parte vocale di ottima fattura e treno ritmico accurato e trascinante.


Un successo come quello ottenuto da “Temper Temper” non è facile da replicare ma con Venom i B4MV indicano che non hanno ancora finito di produrre musica di livello. Sicuramente la tracklist avrebbe meritato delle “sostituzioni” importanti tra le bonus track offerte nelle versioni deluxe al fine di fornire una versione base dell'album di livello maggiore. Scelte.

Un ottimo album per gli amanti del genere e chi vuole un sound dal groove potente ed accattivante.


Review by Luca MonsterLord



Tracklist:


1.V

2. No Way Out

3. Army of Noise

4. Worthless

5. You Want a Battle? (Here's a War)

6. Broken

7. Venom

8. The Harder the Heart (The Harder It Breaks)

9. Skin

10. Hell or High Water

11. Pariah

Tracce bonus Edizione Deluxe

12. Playing God

13. Run for Your Life

14. In Loving Memory (Demo Version)

15. Raising Hell

16. Ace of Spades (Motorhead Cover)

17. Scream, Aim Fire (Live) 


Lineup:

Matthew “Matt” Tuck - voce, chitarre, basso

Michael “Padge” Paget - chitarre, cori

Michael “Moose” Thomas - batteria

Jason “Jay” James - basso

 

Contatcs:

Official WebSite

Official Facebook Page

Official Twitter