CONDIVIDI

Recensione LAST IN LINE - "Heavy Crown"

LAST IN LINE

Heavy Crown

Frontiers Music srl

Realease date: 19 febbraio 2016

 

 

 

Si era creato un certo interesse nel settore per questo album di debutto dei Last In Line. In primis per l'alta caratura degli artisti che ne facevano parte, e in secondo luogo per la prematura dipartita di un grandissimo musicista come Jimmy Bain. Certo la formazione è da urlo, potendo sfoggiare oltre al già citato Bain (R.i.P.), Vivian Campbell alla chitarra e Vinnie Appice alla batteria, ai quali viene affiancato l'ottimo Andrew Freeman (chitarrista e cantante molto noto nell'ambiente per le sue molteplici collaborazioni).

 

Cercando di non farci condizionare dalle vicissitudini attraverso le quali questo “Heavy Crown” è passato, abbiamo tentato di dare un giudizio il più oggettivo possibile. In effetti il lavoro dei Last In Line è tecnicamente ineccepibile e contiene alcuni pezzi davvero trascinanti, ma il risultato finale non si può definire eccellente. L'influenza delle sonorità presenti sugli album dei Dio è innegabile (dopotutto questa line up ha contribuito ad album storici come “Holy Diver”, “Last In Line” e Sacred Heart”) e pezzi come l'opener “Devil In Me”, “Starmaker” e “Blame It On Me” non avrebbero sfigurato cantate dal buon Ronnie James. Si fanno però preferire i brani più tirati come “Martyr” (riff di chitarra pompatissimo e assolo “urlanti”), “I Am Revolution” e “Already Dead” dove le esplosioni di energia la fanno da padrone e il basso di Bain è protagonista. Capitolo a parte per l'ottimo Andrew Freeman che ben si cala nel ruolo di cantante, non cercando di scimmiottare il suo illustre nume tutelare, ma sfoggiando sempre un'interpretazione personale.

 

Ben si nota la sua bravura nella lenta e ipnotica “Curse The Day”, nella ritmata “Orange Glow” e nell'heavy blues della title track. In chiusura la perla “The Sickness”, ciliegina sulla torta di un cd che, sebbene non passerà alla storia, certamente farà felici gli estimatori di queste sonorità. Non ci resta che aspettare la loro esibizione al prossimo Frontiers Rock Festival, così potremo saggiare live le composizioni di “Heavy Crown”.

 

  

Fabrizio Tasso

 

 

Track List

01 Devil In Me

02 Martyr

03 Starmaker

04 Burn This House Down

05 I Am Revolution

06 Blame It On Me

07 Alredy Dead

08 Curse The Day

09 Orange Glow

10 Heavy Crown

11 The Sickness

 

Line up:

Andrew Freeman – Vocals

Vivian Campbell – Guitars

Jimmy Bain – Bass

Vinnie Appice – Drums

 

Link

www.facebook.com/lastinlinerocks

www.frontiers.it