CONDIVIDI

Recensione NEVER TRUST - "The Line"

NEVER TRUST

The Line

Vrec/Audioglobe

Release date: 5 febbraio 2016

 

 

 

Tutto ciò che la musica trasmette non lo si può descrivere con le sole parole, perché è soprattutto il cuore a tradurre tali infinite emozioni e che i Never Trust, attraverso un perfetto connubio di rock e corposa melodia, sono riusciti a fare col nuovo lavoro “The Line”.

 

 

Nato nel 2009 il giovane quartetto milanese è riuscito a ottenere numerosi consensi grazie al valido album di debutto “Morning Light”, calcando palchi tra i quali il Brianza Rock Festival e il Miscela Rock Festival omaggiando ben oltre 250 show; fra le tante eccellenti performance citiamo le aperture a band del calibro degli Extrema, The Bastard Sons Of Dioniso, Pino Scotto, Rebeldevil e The Fire.

 

Una bella realtà che continua con le dodici tracce del già menzionato “The Line”: un mix di gradite sonorità Paramore con influenze e riferimenti in splendido stile vintage, ovvero quello degli intramontabili Led Zeppelin grazie all'ottima accoppiata composta da “Heavier” e “A.I.M.B.”.

L'energia prosegue come un mare a forza nove attraversando l'avvincente poker “Cut You Out”, “Razor's Edge”, “Turning Point” e l'atmosferica eleganza del singolo-video “Turmoil”.

Le sei rimanenti tracce si avvalgono di un sound cristallino e melodico dove “Daydreaming” è la passione in formato acustico, “Time Is Up” e “Music & Melody” trasmettono un senso di piacevole freschezza, e le più solari “Just a Little Girl” e “Invisible Line” vivono di garbata armonia.

Rimane “Day By Day” che rappresenta l'emblema della sempre più febbrile catchy mania.

 

 

Abbiamo appena percorso “La Linea” perfetta di una disco che unisce magnificamente energia e passione, e che da luce a quel lato più longevo del rock amato incondizionatamente e da sempre.

A “dispetto” del nome che si sono dati i Never Trust sono una band di sicura affidabilità (molto attenta anche nelle tematiche dei testi che variano tra l'autobiografico, i sentimenti e il riflessivo), e siamo certi che per la versatile frontwoman Elisa Galli e i compagni di avventura Massimo Buggio, Flavio Oggionni e Bob Criaco il futuro potrà riservare altre belle e meritate soddisfazioni.

 

In attesa del terzo album, che siamo certi arriverà, ricordiamo nel frattempo che “The Line” è stato prodotto da Lino Sistu presso il NookStudio a Los Angeles, mentre il mastering è stato effettuato a Nashville (Tennessee) da Dave Towne.

 

 

Recensione di Francesco Cacciatore

 

Tracklist

Cut You Out

A.I.M.B.

Turmoil

Music & Melody

Time Is Up

Razor's Edge

Just a Little Girl

Turning Point

Invisible Line

Day By Day

Daydreaming

Heavier

 

Line up

Elisa Galli - vocals

Massimo Buggio - guitars

Flavio Oggionni - bass

Bob Criaco - drums

 

Link

www.nevertrustmusic.com

www.facebook.com/nevertrustmusic