CONDIVIDI

Recensione HEVIDENCE - "Nobody's Fault"

HEVIDENCE

Nobody's Fault

Frontiers Music Srl

Release date: 2 dicembre 2016

 

 

 

Si respira aria di eterno vintage nella città capitolina, e di questo non possiamo che ringraziare gli Hevidence e il loro debutto discografico “Nobody's Fault”, col quale ci fanno rivivere perenni sonorità class rock & heavy metal che si dividono tra i floridi anni '70 e gli eterni anni '80. Non parliamo però di musicisti al debutto assoluto, in quanto la band romana è nata per merito del genio di Diego Reali: ex chitarrista degli stimati prog metaller DGM e che grazie al bassista Andrea Arcangeli (ancora in forza al gruppo appena menzionato), al cantante Corrado Quoiani e al batterista Emiliano Bonini ha dato vita a un diligente quartetto che ha lavorato sodo per riuscire a scrivere quello che, è a tutti gli effetti, è un masterpiece a undici tracce fedele a generi musicali sempre più maestri.

 

 

Venti a forza Malmsteen danno il via a all'opener “Dig In The Night”: una botta di puro dinamismo che esalta un brano davvero di altri tempi. La raffica del guitarman svedese prosegue con quel class rock che i quattro musicisti sanno accompagnare con grande vitalità, e che soffia con impeto deciso nel fragore di “Miracle” e “Ave Maria” (con un maestoso lato corale a sfondo ecclesiastico), e nella spensierata brezza strumentale della conclusiva “Note”Il singolo è vivamente rappresentato della tonante “Overdrive”, dove un sorprendente riff a tutta rockabilly risalta un lato retrò di un'epoca tuttora in voga; fortunatamente non è l'unica perla di lunga vita presente nell'album, poiché a farle stretta e buona compagnia troviamo anche l'invitante andamento R & B di “Unkind” e la colorata energia di “All I Ever Needed”. Gli epici momenti settantiani raggiungono il picco massimo grazie al marchio Led Zeppelin di “I Want More” e alla sonante brillantezza di “Pack Your Bags”Abbiamo riservato la parte finale alle melodie eighties della squillante sobrietà della title-track e della vibrante e a tratti ruffiana “Out Of This Time”, per rendere più completo il fascino di un album pronto ad arricchire le collezioni degli irriducibili amanti del rock a 360°.

 

C'è un famosissimo detto che recita “gli esami non finiscono mai”, e gli Hevidence hanno valorizzato ogni prova ottenendo voti assai lusinghieri, perché la longevità del metal rock continua come allora a fungere da unico, autentico e originale 'talent show'.

 

Segnaliamo il vicinissimo e imperdibile appuntamento del “Nobody's Fault” release party, che si svolgerà giovedì 1 dicembre dalle ore 21:00 alle ore 0:00 presso il JAILBREAK Live Club di Roma.

 

 

Recensione di Francesco Cacciatore

 

 

Tracklist

Dig In The Night

Nobody's Fault

Miracle

So Unkind

Ave Maria

Overdrive

I Want More

Out Of This Time

Pack Your Bags

All I Ever Needed

Note

 

Line up

Corrado Quoiani - Vocals

Diego Reali - Guitars

Andrea Arcangeli - Bass

Emiliano Bonini - Drums

 

Link

www.hevidence.it

www.facebook.com/Hevidence