CONDIVIDI

RAVENSCRY: titolo, data d'uscita, tracklist e copertina del nuovo album "The Invisible"

A distanza di quasi 3 anni dall'uscita del loro ultimo lavoro, The Attraction Of Opposites (Maggio 2014), i Ravenscry sono entusiasti di annunciare l'arrivo del loro terzo studio album, un concept intitolato "The Invisible", in uscita il 24 febbraio 2017.

 

Il nuovo album è stato registrato tra giugno e settembre 2016 presso il Ravenstudio (parte strumentale) e il Big Bang Studio (voce e cori), al momento è in fase di mix tra le mani di Roberto Laghi (In Flames, Diablo Swing Orchestra, Entombed), già autore del mix di The Attraction Of Opposites. Il mastering verrà eseguito da Jacob Hansen (Amaranthe, Delain, Epica, Primal Fear) presso gli Hansen Studios nel mese di gennaio.

 

The Invisible è il primo concept dei Ravenscry. A differenza dei precedenti album, il metodo compositivo è stato totalmente differente, come spiega la band:

 

"Creare una storia e animarla con la musica è un lavoro straordinario ed affascinante, oltre che impegnativo. Abbiamo affrontato tematiche ed emozioni umane profonde, scavato anche dentro ciascuno di noi per cercare di tirare fuori la sensazione giusta e tradurla in musica. Avevamo moltissimo materiale su cui lavorare, abbiamo fatto una selezione dura e spietata, basata quasi unicamente sulle emozioni che volevamo trasmettere, canzone per canzone, in parallelo con lo svolgimento della trama. Lavorare in questo modo ci ha coinvolto ancora di più, sono stati mesi estenuanti, ma il risultato ci soddisfa alla grande e non vediamo l'ora di farvelo ascoltare"

 

Il concept di The Invisible ha per protagonista una giovane assistente bibliotecaria, Coral, che vive e lavora in una piccola cittadina del Colorado; ma non è nata qui, è cresciuta in un orfanotrofio. Coral spende le sue giornate tra libri ed archivi, un po' per passione, ma forse anche perché comunicare con gli altri non è il suo forte. Un giorno si ritrova tra le mani un libro con una particolare foto, che le rievoca ricordi lontani nel tempo. Da questo momento la sua vita cambia, perché intraprende un viaggio, fuori e dentro di sé, senza sapere dove la porterà, né cosa scoprirà alla fine di esso. Un viaggio rischioso, che potrebbe anche non portare a nulla… O al tutto.

 

Un viaggio articolato, come si può intuire dalla tracklist, che si sviluppa tra brani veri e propri (in grassetto), intermezzi e parole dei personaggi. Una trama che va letta ed ascoltata nella sua completezza per raggiungerne la comprensione più profonda.

 

1. The Entaglement

2. Whispered Intro

3. Hypermnesia

4. Coral (as seen by others)

    The librarian talks about Coral

5. The Mission

6. Monsters Inside

    The director of the institute talks about Coral

7. The Invisible Revolution

8. The teacher talks about Coral part 1

9. The Deepest Lake

10. The grandmother talks about Coral

11. More Than Anything

12. The teacher talks about Coral part 2

13. Nothing But A Shade

14. Nora talks about Martin

15. Oscillation

16. In Collision

17. The Magic Circle

      Martin talks with Coral part 1

18. Flux Density

19. Overload

      Martin talks with Coral part 2

 

Musicalmente, i Ravenscry si sono rinnovati ulteriormente, accettando le sfide di versatilità che un concept album generalmente richiede, ma senza allontanarsi dalle peculiarità del loro stile. Non mancano quindi riff massicci e linee vocali ricercate, ma preparatevi all'ascolto di qualcosa di diverso, che manifesta le intenzioni delle band di non adagiarsi nella ricerca creativa.

 

Il singolo estratto dal nuovo album sarà "Oscillation", per il quale i ragazzi gireranno il videoclip ufficiale a metà dicembre davanti alla videocamera di Max Valerio, regista e fotografo eclettico e visionario (www.maxvaleriophotographer.com).

 

L'artwork di The Invisible è stato curato da Mario Sànchez Nevado, meglio conosciuto come Aègis Strife (http://www.aegis-strife.net). Grafico, illustratore e storyteller, Mario ha nel suo curriculum esposizioni al MoMa e al Guggenheim di New York, oltre a vari riconoscimenti internazionali del settore.

 

Ecco la copertina dell'album: