CONDIVIDI

Recensione THE HUMAN TORNADO “Storm In A Ketchup”

THE HUMAN TORNADO

Storm In A Ketchup

Hidden Stone Records

Data pubblicazione: 15 Ottobre 2016

 

 

 

In un anno musicalmente ricco di album interessanti e altri più o meno discreti, ecco che arriva sul mercato discografico il lavoro d’esordio dei The Human Tornado, “Storm In A Ketchup”. Il disco preso qui in analisi non si inserisce in un filone ben preciso, data la sorprendente vastità compositiva che rende il lavoro variegato e ricco di sfaccettature: si spazia infatti dall’hard/heavy all’alternative metal più canonico, dallo stoner a sonorità più groove.

 

Con la traccia iniziale, “Molotov”, un brano che colpisce in maniera diretta come un pugno destro ben sganciato, proprio come suggerito dalla copertina stessa, appare chiaro come il gruppo sembri voler mettere in chiaro le cose: sin dal primo ascolto, si percepisce una grinta, una voglia estrema di dar voce alle proprie emozioni, alla propria musica. Prestando un attento ascolto è percepibile qualche influenza proveniente dalla scuola americana: “OneThousandBones” presenta, infatti, qualche breve richiamo all’alternative/nu metal dei System Of A Down,  “Better The Devil You Know”, scelta come singolo di lancio per la presentazione dell’album , riprende quelle sonorità che ci hanno fatto innamorare di band come Puddle Of Mudd e Black Stone Cherry, mentre “Extinction”, invece, ci riporta inizialmente al grunge seattle-iano di matrice soundgardeniana per poi sbalzarci contro una parete groove che sfocia in qualche frangente nel thrash metal più tradizionale. Trovare un brano particolarmente rappresentativo dell’intero lotto sarebbe piuttosto impegnativo, in quanto, come specificato pocanzi, il platter presenta una vasta gamma di sonorità che, nel complesso, si amalgamano bene fra loro, rendendo il tutto più robusto, multiforme e nient’affatto monotono.

 

Un disco convincente, avvincente, risoluto che mostra una band che ha voglia di spaccare il mondo. Pura adrenalina per chi, come la sottoscritta, è alla ricerca di qualcosa di innovativo e particolarmente gradevole. Volete farvi travolgere da una vera tempesta, come sottolineato dal titolo, all’insegna della musica più energica e combattiva degli ultimi anni? Date un ascolto agli Human Tornado e non ne rimarrete delusi, altamente consigliati!

 

 

Arianna Govoni

 

 

Tracklisting:

Molotov

One Thousand Bones

Welcome Home

Stardom

Extinction

True Love

Dead Man Walking Beside You

Better The Devil You Know

Sacred Burst

Dazzling Glimmer

Deepest Red

 

Lineup:

Roberto Montanari: voce

Davide Minelli: chitarra

Simone Gorini: chitarra

Fabio Battistini: basso

Daniele Berni: batteria

 

Links:

www.thehumantornado.com

www.facebook.com/THTofficial