CONDIVIDI

ven

03

mar

2017

Live Report "Metal For Autism  Tour" RUSSELL ALLEN + De La Muerte + Maker Of Time @ Angelo Azzurro, Genova - 1 Marzo 2017

Report e foto a cura di  Fabrizio Tasso

 

Ci sono artisti come Russel Allen (Symphony X, Adrenaline Mob, Star One) che oltre ad essere dei veri e propri fenomeni sul palco sono anche delle persone straordinarie. Questa data all'Angelo Azzurro di Genova (punto di rifermento della scena ligure per quanto riguarda serate di altissima qualità) è una delle tante date che il prodigioso singer americano terrà in Italia a supporto del Magni Animi Viri (heroestemporis.org).

 

Lo scopo benefico che è alla base di questo progetto si pone come obiettivo la raccolta di fondi per l'associazione Heroes Temporis For Autistic Children Onlus, di cui Russell è testimone (oltre ad essere in prima persona toccato da queste problematiche). Ad accompagnare il cantante dei Symphony X troviamo 2 band di indubbio valore.

 

I Maker Of Time sono di Genova e propongono un interessante prog metal con accelerazioni power. I loro padri putativi rimangono i Dream Theater con contaminazioni riconducibili al metal classico e influenze accostabili a band come i Pain Of Salvation. Il loro mix riesce a creare un affresco sonoro di tutto rispetto, aiutato anche dai suoni davvero perfetti (e di questo bisogna ringraziare l'impianto del locale e il fonico). Colpisco “Shrine”, “Maker Of Time” e la conclusiva “Binding Lies” dove si fanno apprezzare il cantato di Federico e la tagliente precisione della due chitarre. Il loro debut album (che vedrà la luce nei prossimi mesi) farà sicuramente la gioia di chi apprezza tecnica e feeling. Consigliatissimi!

 

I De La Muerte sono di Roma e ultimamente stanno mietendo ottimi responsi nell'underground italiano grazie al loro particolare Hard & Heavy. La loro proposta musicale risulta essere diametralmente opposta a quella dei Maker Of Time, ma certamente non meno coinvolgente. Puntando meno sulla pulizia del suono e più sull'impatto e sull'esuberanza dietro il microfono di Gianluca Mastrangelo, il combo romano ci riversa in faccia una hard rock moderno, sporco e ruffiano quanto basta. Impossibile rimanere inerti con pezzi come “Silver Bullet”, “Desaparecido” o “Die 'n' Roll”, che hanno il grande pregio (nella loro semplicità) di possedere un groove contagioso e una melodia che ti si piazza immediatamente in testa. Il resto lo fa l'attitudine della band sul palco, in grado di appassionare il pubblico presente. Ottima band!

 

L'attesa si fa tangibile ma finalmente il mitico Russell Allen prende posizione sul palco. I primi 5 pezzi sono cantati dal solo Russell, supportato unicamente dalle basi registrate. Il grande carisma del cantante di Long Beach e l'assoluta magnificenza della sua voce  catalizzano in un batter d'occhio tutte le attenzioni del pubblico e non si sente minimamente la mancanza di una band al suo fianco. Dei pezzi estratti dal capolavoro “The Divine Wings Of Tragedy” dei Symphony X, colpisce molto “Out Of The Ashes” ma il pathos nell'interpretazione di “Heroes”Desertsoul” (tratte dal cd “Heroes Temporis”, che vede tra i protagonisti anche Amanda Sommerville) è straordinario. Ma è con “All On The Line” (Adrenaline Mob) che il singer californiano esprime al massimo le proprie capacità vocali.

 

Nella seconda parte del concerto Russell è raggiunto sul palco dai De La Muerte, aggiungendo ulteriore enfasi ad un live già di per sé di altissimo livello. La serie di cover infiamma i partecipanti, che diventano parte integrante del concerto cantando all'unisono con il proprio idolo. Le versioni di “Holy Diver”, “Fool For Your Loving” e “Kill The King” (cantata in duo con Gianluca Mastrangelo) sono vere e proprie esplosioni di adrenalina. In più Russell si avvicina così tanto ai timbri vocali originali (e stiamo parlando di Ronnie James Dio e David Coverdale) da meritarsi una standing ovation. L'Hard & Blues di “The Lemon Song” e la finale “Rock n Roll” chiudono in maniera egregia un live act di qualità eccelsa. Sicuramente questa serata ha lasciato i partecipanti con un ricordo indelebile.

 

Oltre alla soddisfazione di aver potuto assistere ad uno show di altissimo valore, si è certi di aver supportato una importantissima causa. Ringraziamo Russell Allen e il suo entourage per la grande disponibilità, l'eccelsa professionalità e la simpatia dimostrate. Un mega grazie a Katia e Danilo dell'Angelo Azzurro per aver supportato in maniere encomiabile questa splendida serata, ed infine un ultimo ringraziamento a voi che avete partecipato. Dopotutto i metallari non sono così sporchi e cattivi!    

   

Set List Russel Allen:

1. Of Sins And Shadows (Symphony X)

2. Out Of The Ashes (Symphony X)

3. Heroes (Magni Anima Veri)

4. Desertsoul (Magni Anima Veri)

5. All On The Line (Adrenaline Mob)

6. Indifferent (Adrenaline Mob)

7. Holy Diver (Dio)

8. Fool For Your Loving (Whitesnake)

9. The Lemon Song (Led Zeppelin)

10. Kill The King (Rainbow)

11. Rock n Roll (Led Zeppelin)

De La Muerte

Maker Of Time