CONDIVIDI

POISON: il batterista Rikki Rockett lancia una raccolta fondi per supportare l'immunoterapia per il cancro

Rikki Rockett è certamente uno dei tanti personaggi dai quali bisognerebbe prendere esempio e di fronte ai quali bisognerebbe solo chinare il capo. Reduce da un brutto tumore alla lingua (stesso male che ha colpito non molto tempo fa anche il frontman degli Iron Maiden, Bruce Dickinson) dal quale si sarebbe ripreso solamente lo scorso luglio dopo un lungo trattamento teraupetico, il batterista dei Poison ha voluto ringraziare a modo suo l'istituto che lo ha aiutato durante il suo periodo di guarigione; il musicista, infatti, ha deciso di supportare il Moores Cancer Center di San Diego chiedendo l'aiuto dei propri fan grazie ad una semplice donazione del valore di 10 dollari circa da inviare tramite SMS, volti ad aiutare i medici nello sviluppo dell'immunoterapia, la ricerca, la cura dei pazienti e i vari trattamenti terapeutici utili a combattere il cancro.

 

Un aiuto, questo, che seppur piccolo potrebbe fare la differenza: così, infatti, commenta questa iniziativa lo stesso Rockett:

"Posso onestamente dire che ora non sarei qui se non avessi avuto l'aiuto dei medici e dello staff del Moores Cancer Center. Non sarei qui a parlare della mia voglia di tornare a suonare la batteria, di tornare nuovamente in tour. Sono estremamente grato di aver riavuto la mia vita e di poter vedere i miei due figli crescere."