Homeinterviste-recensionirecensioniHEART HEALER - Recensione "The Metal Opera by Magnus Karlsson"

Articoli Correlati

HEART HEALER – Recensione “The Metal Opera by Magnus Karlsson”

“UN DISCO CHE CELEBRA L’ARTE NARRATIVA DELL’EPIC METAL, UN GENERE CAPACE DI METTERE IN MUSICA ATMOSFERE DENSE DI PATHOS”

HEART HEALER
The Metal Opera by Magnus Karlsson
Frontiers Music

Release date: 12 marzo 2021

‘Waterside’

L’ingresso in scena degli Heart Healer con la loro opera metal dal titolo “The Metal Opera di Magnus Karlsson” è decisamente trionfale. L’esecuzione del primo brano “Awake”, una overture degna dei migliori racconti fantasy ricca di energia e carica vitale annuncia il “risveglio” dell’omonima protagonista della storia. Il racconto epico, però, inizia con “Come out of the shadows”, che vede l’apparizione delle altre tre figure di questa opera, tre personaggi interpretati rispettivamente da Youmna, Margarita, e Netta, le quali presentano l’arrivo della protagonista interpretata da Annette Cowan, priva di ogni ricordo della sua identità.

La musica riesce magistralmente a delineare lo stato d’animo di tale condizione emotiva: melodie e ritmiche ricche di intensità sonora disegnano la figura eccentrica di Heart Healer, la quale scalpita per dimostrare al mondo le sue virtù più recondite. “Who can stand all alone” è un brano che aumenta il ritmo del racconto, sempre più incessante e deciso. Una serie di passaggi melodico-armonici alimentano la narrazione e la dimensione compositiva.

Heart Healer presto scopre che può curare le persone con un semplice tocco della mano, ma ogni volta che usa il suo potere diventa più vulnerabile. Ciononostante, sa che la sua vita dipende da questo speciale dono. “Back to life” è il brano in cui la protagonista acquista consapevolezza del suo ruolo curativo, e celebra a gran voce il valore assoluto della vita. In maniera trionfale qui l’orchestrazione mette in evidenza l’epicità del racconto con un notevole crescendo; una sorta di preparazione alla dimensione vagabondante che Heart Healer dovrà affrontare. “Into the unknown” prosegue inesorabilmente il segno continuativo della forte orchestrazione fa fà da sfondo a un brano dal sapore tenebroso; è il momento più intenso in cui la protagonista affronta il suo viaggio esistenziale per scoprire la sua vera identità. Qui incontra nuovi personaggi che vogliono aiutarla, ma anche quelli che vogliono solo essere aiutati, o che hanno paura di lei.

Anche in “When the fire burns out” l’orchestra è il punto cardine della narrazione. Le protagoniste di questo brano dinamico sono le voci vigorose di Netta, Ailyn, e Youmna. “Evil’s around the corner” annuncia che il pericolo è dietro l’angolo e bisogna intervenire prima che sia troppo tardi per portare a termine la missione di Heart Healer. “Mesmerized” inizia con una idea di concitazione veicolata dalla frenesia dei violini e dall’ingresso del riff poderoso di chitarra. Il racconto si fa inerpicato e ruvido e si teme il peggio, ma non tutto è perduto. “Weaker” rappresenta la parte di narrazione dedicata esclusivamente alla protagonista. Heart Healer va verso il risveglio dei sensi dopo aver affrontato una tempesta incessante; anche l’orchestrazione si adatta alla “rinascita” di Hert Healer addolcendo gli scambi ritmico-melodici e aggiungendo un alito di speranza. “This is not the end” è l’epilogo affidato a tutti i protagonisti; un brano ricco di energia e fiducia nella preziosità della vita, con l’augurio che “non sia questa la fine”.

“The Metal Opera di Magnus Karlsson” è un disco che celebra l’arte narrativa dell’epic metal, un genere capace di mettere in musica atmosfere dense di pathos. La commistione tra la parte testuale e il notevole lavoro di orchestrazione è la singolarità che consegna agli Heart Healer il merito di aver concepito un album che quasi certamente lascerà il segno nella produzione discografica contemporanea del genere metal.

Tracklist:

  1. Awake ft. Adrienne Cowan
  2. Come Out Of The Shadows ft. Youmna Jreissati, Margarita Monet, Netta Laurenne
  3. Who Can Stand All Alone ft. Adrienne Cowan, Anette Olzon
  4. Back To Life ft. Margarita Monet, Ailyn, Adrienne Cowan
  5. Into The Unknown ft. Noora Louhimo
  6. When The Fire Burns Out ft. Ailyn, Netta Laurenne
  7. Evil’s Around The Corner ft. Noora Louhimo, Adrienne Cowan
  8. Mesmerized ft. Anette Olzon
  9. Weaker ft. Anette Olzon
  10. This Is Not The End ft. Adrienne Cowan, Ailyn, Youmna Jreissati, Netta Laurenne, Noora Louhimo, Margarita Monet, Anette Olzon

Line-up:
Magnus Karlsson – Guitars, Bass, Keyboards
Anders Köllerfors – Drums
Daniel Tengberg – Cello
Erika Sävström Engman – Violin

Link Utili:

facebook.com/MAGNUSKARLSSONOFFICIAL
instagram.com/magnuskarlssonguitar

Ultimi Articoli

Articoli Correlati