Homeinterviste-recensionirecensioniSMITH/KOTZEN - Recensione "Smith/Kotzen"

Articoli Correlati

SMITH/KOTZEN – Recensione “Smith/Kotzen”

Rock, blues, anima e passione: un mix di pregevole fattura che racchiude l’innato talento e il grande cuore di Adrian Smith e Richie Kotzen

SMITH/KOTZEN
Smith/Kotzen
BMG

Release date: 26 marzo 2021

Un famoso e simpatico spot del 1994 recitava “Du Gust Is Megl Che Uan”, descrivendo alla perfezione quello che ancora oggi è l’impareggiabile Maxibon; motto che calza a pennello anche a favore della musica e di due leggende del rock quali Adrian Smith, brillante chitarrista degli epici Iron Maiden, e l’eccellente cantante e chitarrista Richie Kotzen che, dopo essersi prestato a band di spessore internazionale come Poison e Mr. Big, adesso è la colonna portante del super gruppo The Winery Dogs. I due navigati musicisti, nonché amici di vecchia data, hanno unito talento e voglia di impreziosire i propri musei discografici col nuovo e considerevole progetto “Smith/Kotzen”.

Un hard rock blueseggiante con suggestivo richiamo alle splendide atmosfere anni ’70, semplice, diretto, e col risultato di un sound ben miscelato ed estremamente godibile attraverso le nove tracce dell’album, suonate con quello stile e quell’eleganza di sempre già in bella mostra col seguente tris di singoli, ovvero l’accattivante effervescenza di “Taking My Chances”, il soffio ruggente della ballad “Scars”, entrambe accostate a video minuziosamente accurati, e il convincente rock & blues di “Running” che si completa con le immagini di un indovinato lyric video, senza dimenticare l’ottima amalgama vocale dei due musicisti.

Il tocco esemplare e ruffiano di “Some People”, il timbro graffiante e coinvolgente di “Glory Road”, il fascino dinamico di “Solar Fire” e l’esaltante briosità di “’Til Tomorrow” arricchiscono l’anima rock a intense sfumature blues dell’album, mentre la toccante “You Don’t Know Me” e la profonda atmosfera di “I Wanna Stay”, suggellate nel finale da soli quanto più raffinati, ne declamano il battito passionale; il tutto ad appurare il fatto che nei viaggi dove la musica è cristallina, non c’è percorso avvincente che manchi di essenza poetica.

Un rinomato pezzo di storia che esprime al massimo dell’eccellenza rock, blues, anima e passione: un mix di pregevole fattura che racchiude l’innato talento e il grande cuore di Adrian Smith e Richie Kotzen. Dulcis in fundo, riprendendo al tempo stesso la premessa iniziale, si fa doveroso affermare che se il noto gelato-biscotto è musica golosa per le papille gustative, la leggendaria coppia Smith-Kotzen è un saggio di note sopraffine per i padiglioni auricolari, così eleganti e raffinate da lasciare il segno col saziante slogan “Du Big Artist Is Megl Che Uan”.

Tracklist

1. Taking My Chances

2. Running

3. Scars

4. Some People

5. Glory Road

6. Sola Fire

7. You Don’t Know Mw

8. I Wanna Stay

9. ‘Til Tomorrow

Line up

Adrian Smith – Guitar, bass, lead vocals

Richie Kotzen – Guitar, bass, lead vocals

Tal Bergman – Drums

Link Utili

smithkotzen.com

facebook.com/richiekotzenmusic

Ultimi Articoli

Articoli Correlati