Homeinterviste-recensionirecensioniFROZEN CROWN - Recensione "Winterbane"

Articoli Correlati

FROZEN CROWN – Recensione “Winterbane”

Un album che racchiude in sé tutta l’essenza della band: più oscura, potente e raw

FROZEN CROWN

Winterbane

Scarlet Records

Release Date: 23 Aprile 2021

A due anni dal secondo album di successo “Crowned In Frost” (2019), tornano i Frozen Crown con il terzo lavoro in studio “Winterbane”.

Questo album vede una rinnovata line-up con i sempre presenti Federico Mondelli e Giada “Jade” Etro affiancati ora da Fabiola Bellomo alla chitarra, Francesco Zof al basso e Niso Tomasini alla batteria.

“Winterbane” mostra un’evoluzione del sound heavy e power che caratterizza la band, ma una riduzione della parte sinfonica risultando così molto più aggressivo, forte e perfettamente combinato con la bellissima e potente voce di Jade.

In apertura “Embrace The Night” fornisce da subito un’idea della potenza dell’album. Un brano con riff di chitarra aggressivi e martellanti sferzate di batteria che, nonostante la vigorosità, non sminuiscono certo la potenza vocale della frontwoman Jade, perfettamente allineata con la melodia di fondo e che fa sembrare il ritornello quasi un inno. “Far Beyond” è il primo singolo estratto, nonché quello che ha ufficializzato la nuova line-up.

Un album che racchiude in sé tutta l’essenza della band, il perfetto amalgamarsi di tutti i componenti, in un risultato davvero esplosivo. Ogni strumento ha la sua personale attenzione, dalla incalzante batteria alle note del basso, all’intreccio musicale delle due chitarre fino alle bellissime note vocali.

“Crown Eternal” inizia con un cupo spoken word di Jade che quasi accompagna gli ascoltatori verso l’inizio del viaggio che sarà l’intero brano. Un pezzo che sicuramente spicca per il suo carattere più epico e che vede un duetto tra Jade e Federico che alterna clean a growl perfettamente, davvero una chicca all’interno dell’album. “The Water Dancer” è un brano molto catchy, forse il più “delicato” dell’album, che racconta il viaggio verso nord di una ragazza, in cerca di vendetta per la sua famiglia e per la sua terra. L’ascoltatore viene quindi coinvolto nel viaggio verso la rivincita fino al ritornello che sembra creato apposta per essere un grido di battaglia.

“Tales Of The Forest” è una traccia strumentale cupa, oscura, con una semplice melodia di pianoforte che crea trepidazione in attesa dell’ultimo brano, “Blood On The Snow”, la degna conclusione di un album dalle sonorità epiche e potenti. Un brano che viene introdotto da un lungo riff di chitarra per poi esplodere con il growl di Federico, alternato alla purezza vocale di Jade che danno il via a tutti gli altri strumenti. Sicuramente colpisce in modo particolare per la sua poliedricità, perfettamente calibrata in tutte le sue sfaccettature, mai banale o discordante.

Con “Winterbane” i Frozen Crown riconfermano il talento già dimostrato nei primi due album, convalidando la loro proposta musicale e perfezionandola ulteriormente rendendola personale ed esclusiva.

Un album accattivante, dalle melodie catchy e coinvolgenti che fa emergere la natura più oscura, potente e raw della band.

Tracklist:

01. Embrace The Night

02. Towards The Sun

03. Far Beyond

04. The Lone Stranger

05. Crown Eternal

06. The Water Dancer

07. Angels In Disguise

08. Night Crawler (Judas Priest cover)

09. Tales Of The Forest

10. Blood On The Snow

Line-Up:

Giada “Jade” Etro – Vocals

Federico Mondelli – Vocals, Guitars, Keyboards

Fabiola Bellomo – Guitars

Francesco Zof – Bass

Niso Tomasini – Drums

Guest: Federica Lanna – Vocals on “Angels In Disguise”

Link Utili:

frozencrown.bigcartel.com

facebook.com/frozencrownofficial

instagram.com/frozencrownofficial

Ultimi Articoli

Articoli Correlati