HomenewsMegadeth licenziano David Ellefson dopo lo scandalo di natura sessuale

Articoli Correlati

Megadeth licenziano David Ellefson dopo lo scandalo di natura sessuale

I Megadeth hanno annunciato il licenziamento del bassista e co-fondatore della band David Ellefson in seguito allo scandalo che ha coinvolto il musicista. 

Dopo la diffusione sul web di materiale a sfondo sessuale e le relative accuse di molestie circolate insistentemente nei giorni scorsi, il frontman del gruppo Dave Mustaine ha annunciato l’estromissione del bassista David Ellefson dalla propria formazione.

Questo il comunicato del leader della band Dave Mustaine:

«Informiamo i nostri fan che David Ellefson non suonerà più con i Megadeth, e che le nostre strade si sono ufficialmente separate. Non è una decisione che abbiamo preso alla leggera. Sebbene non siamo a conoscenza di ogni dettaglio che riguarda la vicenda, essendo il rapporto tra noi già teso, ciò che è successo si è rivelato sufficiente per rendere impossibile continuare a collaborare. Non vediamo l’ora di rivedere i nostri fan in tour questa estate e di condividere con il mondo intero la nostra nuova musica, che è quasi pronta».

David Ellefson ha negato le accuse sul suo profilo Instagram in cui afferma che la ragazza non era minorenne all’epoca dei fatti. Secondo quella dichiarazione, la donna era maggiorenne ed è stata “sempre consenziente… Era tutto consensuale e si è svolto tutto online”.

La ragazza, che inizialmente si pensava fosse minorenne, nelle settimane successive ha dichiarato di esser stata adulta e consenziente. 

Questa la dichiarazione dei giorni scorsi di David Ellefson:

«Cari fan e amici, come forse saprete, alcune conversazioni e interazioni private e personali sono emerse online, rilasciate con cattiva intenzione da una terza parte che non era autorizzata ad averle o condividerle. Sebbene sia certamente imbarazzante, voglio affrontarlo nel modo più aperto e onesto possibile.

Per quanto non sia qualcosa di cui sono orgoglioso, queste erano interazioni private e adulte che sono state estrapolate dal contesto e manipolate per infliggere il massimo danno alla mia reputazione, alla mia carriera e alla mia famiglia. L’altra parte coinvolta ha rilasciato una dichiarazione che potete vedere di seguito. La ringrazio per averlo fatto e spero che questo chiarisca che la situazione non era affatto come presentata».

Questa la dichiarazione della ragazza in questione:

«Sono la ragazza di cui le persone parlano nei post su David Ellefson in questo momento e voglio solo raccontare la mia versione della storia perché le persone condividono disinformazione e la situazione sta sfuggendo di mano senza sapere la verità. Sì, quelle videochiamate sono avvenute, ma sono stata io a iniziarle e non ero minorenne, sono sempre stata un’adulta consenziente. Prima di allora non era mai successo niente di inappropriato. È stato tutto consensuale. Non sono una vittima e non sono stata adescata, perché sono stata io a iniziare. Sono stata così ingenua da registrare e condividere con un amico senza il suo permesso. Alla fine, è stato tutto consensuale e tutto online.

Non so come sia arrivato a questo punto, ma molte informazioni vengono tralasciate dalle persone che cercano di proposito di fargli del male. Chiedo a chiunque condivida questi video ​​personali o qualsiasi informazione errata di smetterla».

Ultimi Articoli

Articoli Correlati