Homeinterviste-recensionirecensioniDE FRANCESCO - Recensione "Tra Le Righe"

Articoli Correlati

DE FRANCESCO – Recensione “Tra Le Righe”

un album dalle variegate sfumature emotive, che denota accurata perizia tecnica e profonda drammaticità teatrale

DE FRANCESCO
Tra Le Righe
Rivertale Productions

Release date: 11 giugno 2021

Mario De Francesco è un cantautore e bassista italiano. All’attivo dal 1989, l’artista milita come bassista in alcune band dell’underground bresciano, tra cui Beatbox, Chandlers, Absolutely trees, Pineapple facial vax e La-di-Da .

Dal 2010 si dedica ad un progetto solista con lo pseudonimo di Marix, pubblicando tre album: “Il peggio di me” nel 2014, “Corpi celesti” nel 2016, “Vita morte e miracoli” del 2018.

“Tra Le Righe” è il suo Debut Album, frutto del sodalizio con la label Rivertale Productions, in uscita l’11 giugno 2021.

Il disco è caratterizzato da influenze Indie Rock e Art-Pop, ma dà luogo a numerose ibridazioni e sperimentalismi sonori, con sofisticati arrangiamenti acustici. Quattro artisti hanno prendono parte alle registrazioni: Ottavia Brown voce in “Evelyn’s tango”, Kika Negroni voce in “La donna di pietra”, Davide Mahony slide guitar e Dario Acerboni Sax in “Aska”.

“Tra Le Righe” è un album profondamente sui generis, ispirato alle letture del nostro artista: ogni brano si ispira ad un romanzo diverso e, come afferma l’autore «quando leggendo i miei sentimenti vengono scossi, cerco di trasformare questi subbugli interiori in canzoni». La realizzazione è frutto di una profonda gestazione, che si evince dall’estrema cura stilistica del songwriting e dalla perizia compositiva. Per questi motivi, il full-length può essere definito una vera e propria “antologia in musica”.

La tracklist è composta da dieci brani per un totale di circa cinquanta minuti di musica, la serie scorre in maniera fluida ed armonica, caratterizzata da una coerenza compositiva, conforme all’identità espressiva dell’autore.

Tra i brani più degni di nota si annoverano “Aska”, chiaro riferimento al personaggio del romanzo di Margaret Mazzantini “Venuto al mondo”. Il singolo “L’estate incantata”, ispirato all’omonimo album di Ray Bradbury del 1957, si rivela un interessante ritratto del protagonista, il quale, nella cornice di una tipica cittadina dell’Illinois, affronta il delicato periodo di passaggio dall’infanzia all’età adolescenziale. Profondamente espressiva la traccia “La lunga rotta” ispirata al romanzo “Diario di Bordo” di Bernard Moitessier, il quale a fine anni sessanta compie, in solitaria, un entusiasmante giro del mondo in barca a vela.

Con “Tra Le Righe”, De Francesco realizza un album dalle variegate sfumature emotive, che denota accurata perizia tecnica e profonda drammaticità teatrale.

Tracklist:

1. L’estate incantata

2. Evelyn Tango

3. Il pittore

4. Aska

5. Ivan

6. La donna di pietra

7. La lunga rotta

8. Margherita

9. Padania Blue

10. La strada

Line Up:

Mario “Marix” De Francesco – voce e basso

Kimmy Amelia – voce

Michele Coratella – chitarre

Matteo Rossetti – tastiere

Simone Helgast Cavagnini – batteria

Link Utili:

ww.facebook.com/defrancescomusica

www.instagram.com/defrancescomusica

Ultimi Articoli

Articoli Correlati