Homeinterviste-recensionirecensioniCROWNE - Recensione "Kings in the North"

Articoli Correlati

CROWNE – Recensione “Kings in the North”

un album che certamente non impressiona ma che  per i fan dei singoli artisti e del Melodic Hard Rock potrà emozionare

Svezia. Una potenza europea nota a tutti per i suoi ricchi giacimenti di metal e purissimo hard rock…eppure, si sa, non è tutto oro quel che luccica.

Oggi vi presentiamo “Kings in the North”, album di debutto del nuovo “supergruppo” hard rock melodico, nato da una visione di Serafino Perugino (Presidente di Frontiers Record): i Crowne.

Conosciamo meglio la formazione: abbiamo il cantante Alexander Strandell (Art Nation), il chitarrista/tasterista Jona Tee (H.E.A.T.), il bassista John Levén (Europe), il batterista Christian Lundqvist (The Poodles) e Love Magnusson (Dynazty).

Sebbene il gruppo goda di un cast composto da talentuosi artisti le cui virtù e la cui esperienza rendono superflua ogni presentazione, il risultato finale di questa inedita collaborazione non soddisfa affatto le aspettative.

Nonostante le 11 tracce scorrano senza mai annoiare l’ascoltatore, anche grazie alla voce di Strandel accompagnata da ottime melodie, cori, a virtuosi assoli e testi legati ai temi dell’epica, si ha comunque la costante sensazione di ascoltare un unico brano lungo poco più di 40 minuti e che alla fine lascia un amaro senso di insoddisfazione; come un film la cui trama indugia a intrecciarsi, che non sorprende mai lo spettatore con colpi di scena o con un finale emozionante.

Già con la prima traccia, “Kings in the North”, i Crowne non riescono a dare il giusto incipit a un’opera che prosegue senza mai esplodere, e che infine termina con la lenta “Save me from myself”; un inizio e un finale che avrebbero dovuto, più di qualsiasi altra traccia, sintetizzare le virtù dei singoli artisti ma che sfortunatamente rivelano il volto di una stella che fatica a risplendere.

Che dire? Siamo al cospetto di un re che rivendica un trono che non è mai stato suo e che difficilmente potrà mai esserlo. Tuttavia, invitiamo tutti i fan del genere e soprattutto tutti i fan di Alexander Strandell, Jona Tee, John Levén, Christian Lundqvist e Love Magnusson, a godersi l’ascolto di “Kings in the North”, un album che certamente non impressiona ma che riesce comunque a offrire (poche) emozioni.

Tracklist

01. Kings In The North

02. Perceval

03. Sharoline

04. Unbreakable

05. Mad World

06. One In A Million

07. Sum Of All Fears

08. Set Me Free

09. Make A Stand

10. Cross To Bear

11. Save Me From Myself

Line Up

Alexander Strandell – Lead Vocals

Jona Tee – Guitar/Keyboards/Backing Vocals

John Levén – Bass Christian “Kicken”

Lundqvist – Drums

Love Magnusson – Guest Guitar Solos

www.facebook.com/officialcrowne 

Ultimi Articoli

Articoli Correlati