CONDIVIDI

INTERVISTA CON TONY GRINDER- ADRENALINA A MILLE!

AngelDevil: Ciao Tony, innanzi tutto grazie mille per avermi concesso questa intervista.
TONY: Ci mancherebbe, grazie per la tua accoglienza.

AD: Ho visto il video di Racecar Rockstar sulla tua pagina di Myspace, è semplicemente stupendo! Amo l’idea di accostare le motociclette con uno show rock. Dove e come è nato il concept di Motopsycho Mania Show?

TONY: Ho prodotto show di sport d’azione per alcuni festival e concerti per molti anni, ancora prima di ideare il concept di Motopsycho Mania Show. Nel 2007 ho messo insieme gli elementi delle corse su motociclette con gli stuntmen, li ho mescolati con la musica della band e con certe luci un po’ teatrali e ho fatto un mix in modo da renderlo totalmente unico rispetto agli altri show di sport estremi.

AngelDevil: Cosa si può vedere durante lo show?

TONY: Ci sono show di Motocross Freestyle, con stuntman esperti in salti. La gabbia chiamata The globe of Death dentro la quale si esibiranno ben tre motociclisti per volta; ci saranno anche stuntman Streetbikers. Tutti gli elementi si susseguiranno in brevi show uno dietro all’altro e i concerti saranno tutti a fine serata. La mia band “Means to an End” è una delle band e si esibirà con altri gruppi che si alterneranno per tutta la durata del tour.

AngelDevil: “Means to an End” è la tua band e tu sei il front man. Suonerai sempre con loro durante il tour?
TONY:In qualsiasi show in cui la band suonerà io sarò sul palco con loro, Means to an End non parteciperà a tutte le date ma a molte di esse.

AngelDevil: Come è nata questa passione? Cosa provi, mentre guidi? Deve essere elettrizzante …

TONY: Ho iniziato a guidare motociclette da cross, quando avevo dodici anni e ho continuato a far correre tutto ciò che ho posseduto biciclette, go-karts, Jet ski’s e ora le auto. Anche se esibirsi sul palco è gratificante, non soddisfa la mia voglia di velocità… e di battere gli avversari sulla linea di arrivo!

AngelDevil: Dimmi qualcosa sulla tua ultima performance. In che città eri e come è andata?

TONY: E’ stato in una piccola città chiamata LaCrosse Wisconsin, in una parte molto rurale degli Stati Uniti. Non eravamo molto sicuri che la gente del posto avrebbe apprezzato il nostro stile, ma una volta iniziato a suonare la folla ha risposto bene e il concerto è stato bello!

AngelDevil: Quando hai deciso che volevi essere un musicista?
TONY: Ho iniziato a esibirmi essendo parte di uno show di skateboard che ho prodotto in Texas agli inizi degli anni novanta, dove alcuni miei amici skaters hanno preso degli strumenti e hanno suonato sul palco qualche pezzo dopo l’esibizione di skate, abbiamo avuto una buona risposta dal pubblico e da lì mi è venuta l’idea della mia prima band The Organ Grinders. Abbiamo fatto tour per qualche anno con una piccola rampa dietro la batteria.

AngelDevil: Non vedo l’ora di vederti! Verrete in Italia con il Motopsycho Mania Show?
TONY: Certo, la sezione organizzativa della Grindco Entertainment sta lavorando su Europa, Asia e Sud Pacifico per primavera estate 2009.


AngelDevil: Bene! Cosa ti piace di più del tour e andare on the road?
TONY: Dare al pubblico uno show fantastico; e poi incontrare un sacco di gente. Mi piace fare esperienze incontrando nuove persone e culture ovunque nel mondo.

AngelDevil: Quali band ti hanno segnato?

TONY: Ministry, Nine Inch Nails, White Zombie, Rage against the Machine, TOOL. Tutti loro hanno influenzato la mia musica, e questa è una musica perfetta per uno show di moto veloci.

AngelDevil: Quali sono i tuoi piani e i tuoi obbiettivi per la stagione 2009

TONY: Data la situazione economica negli USA spero di correre il più possibile questo autunno dopo la fine del Motopsycho Mania Tour. Le corse delle auto sono interamente finanziate dagli sponsor e ora come ora le aziende difficilmente investono soldi su cose come queste.


AngelDevil: Immagino! Qual è la cosa più importante della tua vita?

TONY: Direi che in questo momento è avere successo con i miei investimenti nel mondo dell’entertainement e far sì che i miei progetti prendano vita e che siano positivi per chi riuscirà a sperimentarli.

AngelDevil:
Grazie mille per questa intervista! Chiudiamo con un messaggio…cosa vorresti dire a chi leggerà questa intervista?
TONY:Spero sarà possibile raggiungervi in Italia, perché sarà sicuramente uno spettacolo di moto e rock assolutamente unico, teatrale e senza rivali per ora nel mondo. Sono io stesso italiano e spero di esibirmi in Italia il più presto possibile!