CONDIVIDI

sab

29

nov

2014

 

Live Report H.E.A.T. + Kissin’ Dynamite + Sherlock Brothers + HiFi Society @ Rock N’ Roll Arena, Romagnano Sesia (NO) – 28 Novembre 2014

Ci sono concerti che per nulla al mondo nessun fan dovrebbe lasciarsi sfuggire. Questa seconda calata (terza se contiamo il concerto con gli Scorpions) degli H.E.A.T. nel giro di pochi mesi aveva già di per sé una valenza incredibile. Se poi aggiungiamo che a fargli da spalla troviamo anche i Kissin’ Dynamite, rivelazione dell’hard rock tedesco, il valore della serata assume toni di vero e proprio Evento con la E maiuscola. Come al solito è il Rock N’ Roll di Romagnano Sesia, culla di questo ennesimo live strepitoso.


Ad aprire per i due big act abbiamo gli Sherlock Brothers band svedese dedita ad un hard rock potente con tinte alternative e i nostrani HiFi Society. Purtroppo a causa di alcuni problemi logistici riusciamo solo ad assistere all’ultimo pezzo del combo italiano. Non male le influenze sleazy anni ’80 e l’atteggiamento sul palco ma un solo brano non è sufficiente a dare un giudizio completo. Ci saranno altre occasioni. Gli scandinavi Sherlock Brothers nella mezz’ora a loro disposizione ce la mettono tutta per conquistarsi la loro fetta di popolarità. Oltre al bel “tiro” che danno alle loro composizioni, colpisce la voce di André Andersson, dura e graffiante. I brani proposti sono estratti dal loro ultimo cd ”Monkey Made Nation” e dai due precedeti lp. Non male “Stay” primo singolo del loro debut album così come le varie “Down”, “Sinkhole” e la conclusiva “My Way”. Band interessante anche se il loro genere esula un po’ il tema della serata.


Per chi aveva avuto la possibilità di vedere i Kissin’ Dynamite, nella loro data di supporto ai Dragonforce, la bravura di Hannes e soci era già nota. Anche in questa data la band tedesca ha sfoderato una prestazione da urlo, entusiasmando il pubblico italiano. Il loro hard rock a forte tinte hair metal, unito alla loro esuberanza sul palco ha fatto di questo show un vero e proprio gioiello. Sezione ritmica devastante e due asce taglienti unite a mosse e atteggiamenti dei tempi che furono sono le armi usate dai Kissin’ Dynamite. Scaletta incentrata per promuovere il loro ultimo “Megalomania” dove spiccano l’opener “DNA”, la distruttiva “VIP In Hell” e la delicatissima “Fireflies”. Non mancano i pezzi storici come la ballad “Six Feet Under”, la celeberrima “Sex, Money & Power”, “I Will Be King” (con Hannes che indossa il manto regale) e la conclusiva “Operation Supernova” (chiusa alla Scorpions con tanto di piramide umana e salto!!). Band di immenso valore, scenica e divertente!


Kissin’ Dynamite Set list

1. DNA

2. Running Free

3. Vip In Hell

4. Money, Sex & Power

5. Love, Hate Me

6. Six Feet Under

7. Fireflies

8. Sex Is War

9. Hysteria

10. Ticket To Paradise

11. I Will Be King

12. Operation Supernova



Il locale si è oramai riempito e non si aspetta altro che gli H.E.A.T. Con qualche minuto di anticipo sulla tabella l’uragano Grönwall si abbatte sullo stage e da questo momento in poi sarà impossibile rimanere ancorati al nostro posto. L’energia di Erik e della band è qualcosa di portentoso che ti si insinua nell’anima riuscendo a scuotere ogni singola fibra del nostro corpo. La set list ricalca quella della loro ultima data, con alcune importanti novità come “Heartbreaker”, “Beg Beg Beg” (con Highway Star dei Deep Purple) e la conclusiva “Laughing At Tomorrow”. La carica incontenibile del singer svedese è qualcosa di trascinante. Non passa secondo senza che Eric salti, balli o inciti il pubblico. Tutto questo senza perdere neanche un’oncia della sua inarrivabile voce. Inutile girarci intorno, questo ragazzo è uno dei migliori cantanti sorti nell’ultimo decennio. Il resto della band è sempre all’altezza della situazione non limitandosi a fare da spalla alla prorompente personalità del loro frontman. Il loro live scorre via in maniera favolosa riscuotendo continue ovazioni da parte della sala. “Inferno”, “Tear Down The Walls”, “All The Nights” (da brividi con solo piano e voce) e il singolo “Living On The Run” hanno il potere di emozionarci, farci ballare, cantare in una vera e propria estasi. Ma come tutte le cose belle prima o poi devono finire e sparito l’eco dell’ultima nota torniamo in questa dimensione certi di aver assistiti ad un evento magico.


Gli H.E.A.T. sono una delle poche bands che vale sempre la pena andare a vedere, non importa quanti chilometri dovrete fare o quante ore di sonno perderete, non ne uscirete mai delusi! Alla prossima!!


H.E.A.T. Set list

1. Point Of No Return

2. A Shot At Redemption

3. Better Off Alone

4. Heatbreaker

5. It’s All About Tonight

6. Inferno

7. Tear Down The Walls

8. Mannequin Show

9. Late Night Lady

10. Beg Beg Beg (incl. Highway Star dei Deep Purple)

11. All The Nights

12. Downtown

13. Enemy In Me + Drum Solo

14. Emergency

bis

15. Breaking The Silence

16. Living On The Run

17. Laughing At Tomorrow

Kissin’ Dynamite

Sherlock Brothers