NOTHING MORE

The Stories We Tell Ourselves

Better Noise Records

Release date: 15 Settembre 2017

 

 

L’alternative rock-metal band Nothing More, torna a tre anni di distanza dal quinto e omonimo lavoro discografico, col nuovo full-lenght “The Stories We Tell Ourselves”.

 

A detta dell’eclettico e adrenalinico frontman Johnny Hawkins, “l’album è un viaggio introspettivo legato alla realtà, ed è stato scritto navigando attraverso le sfide della vita personale”; un riuscito intreccio di emozioni forti e che coinvolgono sia emotivamente che musicalmente, o meglio ancora, stati d’animo legati a un connubio funzionale e che da sempre è nelle corde del valido quartetto di San Antonio.

 

Le diciotto tracce in questione sembrano delineare un percorso quasi da formula uno, e senza fare uso necessario dei pit-stop dai quali le brevissime “Ambition; Destruction”, “Alone; Together”, “Accept; Disconnect”, “End; Begin”, “Convict; Divide” e i circa 2 minuti e mezzo della scenica “React; Respond” possono comodamente fungere da apripista.

 

La presenza in pole dei cinque singoli selezionati da Johnny e compagni ci sta tutta, e vede ai nastri di partenza la modulata ma incisiva “Go To War” (consolidata da un video che racconta la più classica delle risse da bar), l’acustica e pacifica ballad “Just Say When”, e il doppio scacco metal ben giocato da “Let ‘em Burn” e dalla più variopinta e speciale “Who We Are”, resa tale grazie alle sonorità dal forte e graditissimo richiamo ai Foo Fighters.

 

Con la concessa complicità di “Do You Really Want It”, “Don’t Stop”, “Ripping Me Apart”, “Funny Little Creatures” e “The Great Divorce” è possibile fare una piccola deviazione melodic metalcore che ricorda band tra le quali All That Remains, Escape The Fate e Bring Me The Horizon; e tutto questo è semplicemente fantastico, perché rende verosimile parlare di sane influenze che di volta in volta alzano il livello della temperatura ‘Made In Music’.

 

I Nothing More si confermano abili anche nell’alternare momenti di energia tagliente a fasi di salutare melodia, e la sostenuta ballad “Still In Love”, l’armoniosa e suggestiva “FadeIn/FadeOut” e la leggera briosità di “Tunnels” valorizzano in primis le già note qualità della band, e al tempo stesso completano un disco assolutamente geniale.

 

Se il noto periodico Rolling Stone US ha classificato l’album come uno dei migliori 10 lavori rock dell’anno, può solo significare che ci ha visto giusto; si tratta effettivamente di un masterpiece di pura adrenalina nonché protagonista di una corsa dinamica, incalzante e multipista, riuscendo altresì a moderarsi con momenti di buona melodia e assicurandosi, a maggior ragione, un innegabile podio completo.

 

Per godere live di questa giovane e promettente band non resta che recarsi il 1° Dicembre presso il Legend Club di Milano, dove il combo texano presenterà “The Stories We Tell Ourselves” attraverso un’imperdibile versione live.

 

 

Tracklist

 

1. (Ambition-Destruction)

2. Do You Really Want It

3. (Convict; Divide)

4. Let ‘em Burn

5. Ripping Me Apart

6. Don’t Stop

7. Funny Little Creatures

8. (React; Respond)

9. Still In Love

10. The Great Divorce

11. (Alone; Together)

12. Go To War

13. Just Say When

14. (Accept; Disconnect)

15. Who We Are

16. Tunnels

17. (End; Begin)

18. FadeIn/FadeOut

 

 

Line up

 

Johnny Hawkins – vocals

Mark Vollelunga – guitars

Daniel Olivers – bass

Ben Anderson – drums

 

 

Link

nothingmore.net  – facebook.com/nothingmore – twitter.com/nothingmorerock

instagram.com/nothingmoremusic – youtube.com/user/NothingMoremusic

Facebook Comments
4