Sembra che il fenomeno legato allo scatto improprio di immagini da parte degli spettatori durante il corso dei concerti dal vivo stia prendendo sempre più piede e, contemporaneamente, creando qualche fastidio.

 

Secondo quanto riportato dal celebre The Pulse Of Radio, in occasione del live degli A Perfect Circle tenutosi lo scorso 4 novembre presso la Santander Arena & Performing Arts Center di Reading (Pennsylvania), più di 60 persone sarebbero state cacciate dal locale in seguito alla violazione delle regole imposte dalla band stessa per quel che riguarda il divieto di scattare foto durante lo show.

 

 

Il combo americano aveva, infatti, vietato agli istanti di scattare qualsiasi tipo di foto. David Farrar, manager della venue che ha ospitato la band per questo evento, ha parzialmente rivelato il fatto tramite un commento in risposta ad un post condiviso su Instagram, nel quale lo stesso affermava che più di 60 paganti erano stati allontanati proprio per aver scattato spudoratamente delle foto e aver, così, violato la norma imposta dalla band.

 

Gli A Perfect Circle non sarebbero i primi ad aver adottato questa policy: secondo quanto affermato da Farrar, anche i Tool e i Puscifer, band in cui milita Maynard James Keenan, si sarebbero adeguati a questa normativa, ideata proprio dallo stesso cantante, vietando così ai propri fan di scattare qualche foto ricordo. Recentemente, band del calibro di Disturbed, Slipknot e Red Hot Chili Peppers si erano dichiarati contrari a questo tipo di divieto, esprimendo il proprio pensiero riguardo la registrazione di materiale tramite smartphone.

 

 

Ricordiamo che gli A Perfect Circle saranno in Italia, per una data al Castello Scaligero di Villafranca di Verona il 1° Luglio 2018. Special guest: Frank Carter & The Rattlesnakes

Facebook Comments