THE DARK ELEMENT

The Dark Element

Frontiers Music Srl

Data pubblicazione: 10 novembre 2017

 

 

Può la fine di un’esperienza molto importante e formativa impedire il proseguimento di un percorso artistico già bello che avviato? Ovviamente no. A darne una prova concreta è Anette Olzon. In seguito alla sua dipartita dalla band che tanto l’ha resa celebre nel corso dell’ultima decade, l’ex cantante dei Nightwish torna a far parlare nuovamente di sé sia per le sue collaborazioni saltuarie (recentemente la vocalist svedese ha partecipato ad un duetto con i nostrani Secret Sphere, ndr), che per la sua voglia di rimettersi in gioco: proprio da questo suo forte desiderio, l’artista ha stretto un nuovo sodalizio musicale con Jani Liimatainen (Cain’s Offering) e ha dato vita al progetto The Dark Element.

 

 

Sin dal suo annuncio, la nuova creatura dell’ex chitarrista dei Sonata Arctica ha creato attorno a sé un alone di mistero che ha intrigato, teaser dopo teaser, i fan dei rispettivi artisti. La proposta musicale che identifica questo nuovo progetto è una sorta di mashup tra dance/pop alla Amaranthe e symphonic metal, dove l’elettronica è l’elemento predominante di questo disco che, ruffianamente, potremmo definire un album “keyboard/techno oriented”: già dalla prima traccia, l’omonima titletrack, si ha una dimostrazione di quanto appena avvalorato.

 

 

Difficile intuire che cosa abbia spinto due musicisti di questo calibro a volersi cimentare in un’iniziativa simile, data la rassomiglianza di alcune sonorità che, come citato pocanzi, sembrano rifarsi in alcuni frangenti sia alle melodie della band di Elize Ryd, che al passato musicale della stessa Olzon: riconoscibile è, infatti, qualche richiamo al suo periodo Nightwish, come evidenziato nei brani “My Sweet Mistery”, di cui è disponibile il video, e “Dead To Me”

 

Anette, la cui performance è molto più che lodevole, è particolarmente a suo agio in un progetto che sente molto suo: la cantante è coinvolgente e ammaliatrice, soprattutto nelle ballad quali “Someone You Used To Know” e “Heaven of Your Heart”, accompagnata dal piano di Jani Liimatainen, che qui si ritaglia un grandissimo spazio, le sue evidenti doti compositive lo hanno portato a creare brani orecchiabili e molto ‘radio-friendly’ che da subito colpiscono positivamente l’ascoltatore.

 

In conclusione, i due musicisti hanno dato vita ad un album particolarmente interessante grazie alle melodie accattivanti che si arruffianano l’ascoltatore, pertanto, bisognerebbe approcciarsi all’ascolto completamente privi di qualsiasi giudizio o aspettativa, poiché la sorpresa è contenuta nel disco stesso. Un lavoro che, nel complesso, conferma ancora una volta il talento di due grandi artisti, la cui unione professionale non poteva che regalare un piacevole risultato.

 

 

Tracklisting:

1. The Dark Element

2. My Sweet Mystery

3. Last Good Day

4. Here’s To You

5. Someone You Used To Know

6. Dead To Me

7. Halo

8. I Cannot Raise The Dead

9. The Ghost And The Reaper

10. Heaven Of Your Heart

11. Only One Who Knows Me

 

Lineup:

Anette Olzon: voce

Jani Liimatainen: chitarra, tastiere

Jonas Kuhlberg: basso

Jani “Hurtsi” Hurula: batteria

 

Links:

www.facebook.com/TheDarkElement