Il 2016 è stato l’anno della consacrazione per i THE RUMJACKS, con un disco osannato dalla critica come “Sleepin’ Rough” e con un tour che li ha visti protagonisti sui palchi di tutta Europa. Ora per il quartetto di Sydney è giunto il momento di tornare nuovamente in Italia per quattro imperdibili show:

 

30 Novembre – Arsenale, Trento
01 Dicembre – Bloom, Mezzago
02 Dicembre – Traffic, Roma
03 Dicembre – Swamp, Massa 

 

Rumjacks prendono forma nel 2008 a Sidney dalle menti di Frankie McLaughlin e il bassista Johnny McKelvey, arrivando ben presto a ottenere 20 milioni di visualizzazioni su YouTube, con oltre 16 milioni per il singolo “An Irish Pub Song”.

 

“La nostra musica è come una tempesta nel tuo cuore” dichiara il frontman Frankie McLaughlin “Abbiamo consumato i dischi irish dei nostri parenti, arrivando col tempo a trovare il giusto mix tra la nostra indole punk e quelle sonorità!”.

 

Le loro incendiarie performance dal vivo hanno conquistato il mondo, grazie a diversi tour in compagnia di alcuni nomi noti come Dropkick Murphys, The Interrupters, Gogol Bordello, Ruts DC, Guttermouth, GBH, UK Subs e The Aggrolites. “La nostra forza live credo sia quella di trovarci bene con qualsiasi band, arrivando ad ampliare la nostra fanbase show dopo show” aggiunge Frankie.

E sempre a riguardo di fanbase, potremmo definire i Rumjacks come un nome noto ai più in Australia e un volto nuovo capace lo scorso anno di arrivare ad esibirsi davanti a oltre 50.000 persone in Europa, presenziando festival come Boomtown Fair (UK), Montelago Celtic Festival (Italy) e Jarocin Festival (Poland).

Facebook Comments