Sangue misto nelle vene, in buona percentuale Italiano ed una voce potente, sono alcune delle caratteristiche di Nic Cester, Cestèr con accento sulla seconda e, per la precisione, visto le origini friulani del Padre. Figlio della Working Class (sempre un pregio), nato a Melbourne in una famiglia numerosa arriva al successo con i JET (quelli di “Are You Gonna Be My Girl”) formazione di cui faceva anche il fratello Chris. Storia nota a molti. Dismessi i panni del Rocker, dal look anni settanta, tornato in Europa, si  dedica alla carriera solista, il talento c’è e decide di sfruttarlo mettendo assieme un super gruppo con musicisti nostrani di tutto rispetto; parliamo di professionisti come Adriano Viterbini (Bud Spencer Blues Explosion) e Sergio Carnevale dei Bluvertigo. Registra il primo disco con gente del calibro dei CALIBRO 35 ( scusate il gioco di parole ). “Sugar Rush” esce a fine 2017 ed il singolo “Eyes On The Horizon” comincia a girare nelle radio, Soul di grande qualità per la sua bella voce. Recentemente hanno accompagnato Sir Paul Weller durante le date Italiane incantando la platea per qualità delle esecuzioni.

 

 

La serata di ieri sera (domenica 18 febbraio) è l’ultima di questo mini Tour, organizzata da D’Alessandro e Galli, che ha già toccato Roma e Bologna; siamo ospiti di un bel locale dove è sempre un piacere vedere un live. La Santeria Social Club di Milano si presenta con un bel Sold-Out maturato la sera del concerto.

 

Un pubblico molto trendy, con un accenno alla Milano FashionWeek riempie il parquet del Santeria, tutti in attesa dell’ inizio che avrà una buona mezz’ora di ritardo rispetto all’orario previsto, la platea accenna a qualche fischio di disapprovazione quando “O Mia Bela Madunina”, inno di Milano e dei Milanesi, esce dagli altoparlanti e gli animi si placano.

 

La Band sale sul palco accolta da un fragoroso applauso, la prima canzone è una cover di un brano del grande autore Piero Umiliani, compositore ed autore di colonne sonore come “I Soliti Ignoti”. Arriva Nic e regala subito il singolo “Eyes On The Horizon” si prosegue con “Strange Dreams” e “Little Things” sempre tratte dal suo lavoro solista; ringrazia il pubblico e dice che questo è un evento importante per lui (tornare a Milano dopo tanto tempo). Il brano che dà il titolo all’album è potente, “Sugar Rush” esplode nel suo Blues corposo, si rallenta con “Who You Think You Are” per arrivare all’ esplosiva e psichedelica “Psichebello” di nome è di fatto, bellissima, tirata, la voce di Nic dà il meglio, Andrea Viterbini alla chitarra è strepitoso, un grande professionista, tutti bravissimi.

 

Arriviamo alla parte intimista del Live, Nic resta solo sul palco e spiega che farà una canzone scritta anni fa e tradotta in Italiano da Mogol per lui, il brano è “Shine On” dal repertorio dei suoi JET, diciamo che il brano si ascolta meglio in lingua Inglese, tradotta si perde un po’. Tornano tutti e si arriva alla pausa prima del bis con “Walk On”, Nic Cester si concede anche un bagno di folla scendendo nel pubblico per un contatto più diretto. Bis che comprende un’altra cover strumentale questa volta è davvero una chicca per intenditori perché si tratta di un brano dei The Meters gruppo Funky attivo negli anni settanta, pezzo eseguito con aggiunta di altri amici musicisti sul palco. La scelta della doppia batteria affidate a Daniel Plentz che si occupa anche delle percussioni ed effetti sonori e a Sergio Carnevale è vincente, il suono della sezione ritmica completata da Roberto Dragonetti rende pieno il suono che accompagna chitarra, tastiere e sax, per un insieme davvero sublime.

 

Il “nostro” Australiano merita il ritorno sui palchi, successo – si spera – crescente. Affabile e gentile, coinvolge e convince. Un’ora e un quarto di ottima musica, orecchie appagate e pubblico anche. Ci si vede alla prossima Mister Nic Cester.

 

 

Selist:

( Piero Umiliani cover )
Eyes On The Horizon
Strange Dreams
Little Things
Sugar Rush
Who You Think You Are
Psichebello
Hard Times
Shine On ( Jet cover )
On Top Of The World
God Knows
Not Fooling Anyone
Walk On

Bis
( The Meters cover )
Neon Light

 

 

Guarda le foto del concerto QUI

Facebook Comments