CORELEONI

Greatest Hits Part 1

Frontiers Music

Release Date: 23 Febbraio 2017

 

 

A 25 anni dall’esordio con l’omonimo album dei suoi Gotthard, Leo Leoni, chitarrista, mente e fondatore della band elvetica decide di rispolverare i primi lavori che lì hanno resi famosi in tutto il Mondo. Per celebrare quest’importante ricorrenza forma una sorta di side project, i CoreLeoni chiamando a rapporto Hena Habegger alla batteria, Jgor Gianola alla chitarra, Mila Merker al basso e alla voce quel Ronnie Romero già scelto da Richie Blackmore per il ritorno sulle scene dei Rainbow.

 

La decisione di intraprendere questa strada da parte di Leoni è tanto romantica quanto difficoltosa, la storia dei Gotthard ha subito un improvvisa battuta d’arresto con la tragica scomparsa del frontman Steve Lee avvenuta nel 2010; poiché, anche se la band ha continuato con la propria produzione, nulla è stato più come prima. Ma il coraggio di Leoni nel riproporre alcuni capolavori come “Downtown”, “Higher”, “All I Care For” e molti altri, viene premiato: il lavoro di produzione e “svecchiamento” dei pezzi dà un tocco di freschezza a degli album che hanno pressappoco un quarto di secolo e li rende odierni nonostante il tipico sound hard rock dei ninetiees.

 

Le qualità vocali di Romero hanno un ruolo importante all’interno di questo progetto, il suo timbro e la modalità di canto si avvicinano parecchio a quelle del compianto Lee e consentono di dare quel tocco amarcord ad ogni singolo brano. Questa è difatti l’idea di “Greatest Hits Part 1”, riportare in auge, con una chiave di lettura decisamente contemporanea pezzi che sono considerati delle pietre miliari per gli amanti del genere e della band stessa.

 

 

“Love Them From The Godfather”, l’intro con il quale si dà il via all’album, è un chiaro gioco di similitudini fra il nome del gruppo e la famosissima colonna sonora de “Il Padrino”. Come detto la presenza di Romero è l’ago della bilancia che sposta gli equilibri, impossibile non apprezzarla in “Firedance”! La capacità e l’intensità emotiva messe in campo dal vocalist colpiscono dritte al cuore e faranno breccia anche nei fan più accaniti dei Gotthard. Siamo solo agli inizi di un turbinio di emozioni che vedrà l’alternarsi di canzoni come la già citata “Downtown” ma anche “Get It While You Can”, emozioni che culmineranno con la strappalacrime “Let It Be”, reinterpretata magnificamente dalla band. In mezzo a questo continuo omaggio fa capolino un pezzo inedito: “Walk On The Water”, traccia decisamente moderna e a tratti sfarzosa con un impianto sonoro preciso e accattivante, dove le chitarre sono le assolute protagoniste. Da questo momento in poi è un in crescere continuo ed incessante di potenza, tale da portare l’ascoltare verso la fine dell’album in un battito di ciglia con “Here Comes The Heat”, “Tell No Lies”, pregevole l’intro acustico prima del pandemonio musicale, fino a concludere con “Anytime Anywhere”.

 

 

Progetti come questo hanno sempre un alto coefficiente di rischio, infatti bisogna trovare il giusto equilibrio per non deludere i fan di vecchia data e non far credere che si tratti di una semplice minestra riscaldata. “Greatest Hits Part 1” è tutt’altro che questo!

 

Leo Leoni c’entra in pieno l’obiettivo di omaggiare la nascita della sua band con un album che, nonostante raccolga pezzi di un’altra epoca, risulta essere in linea con i tempi senza perderne l’essenza vitale. Senza dubbio un lavoro che merita un ascolto da parte di tutti, sia da chi conosce i Gotthard fin dagli albori sia da chi si può approcciare ad essi con i Coreleoni.

 

 

Tracklist:

1. Love Theme From “The Godfather”

2. Firedance

3. Downtown

4. Higher

5. Get It While You Can

6. In The Name

7. Let It Be

8. All I Care For

9. Walk On Water

10. Here Comes The Heat

11. Tell No Lies

12. Ride On

13. Anytime Anywhere

 

 

Line Up:

Leo Leoni: chitarra

Ronnie Romero: voce

Hena Habegger: batteria

Jgor Gianola: chitarra

Mila Merker: basso

 

 

Link Utili:

www.facebook.com/coreleoni

www.instagram.com/coreleoni_official

www.youtube.com/channel/coreleoni

Facebook Comments