DEVIL WITHIN

Not Yet

Autoproduzione

 

 

Spesso il made in Italy ci regala belle soddisfazioni e talento a fiumi, e questa volta la sorgente sbocca da Bergamo con un travolgente heavy metal, che scorre buona tradizione a flusso Iron Maiden, Metallica e Megadeth, e scrosciante modernità a getti Avenged Sevenfold, Lordi e Rammstein per merito del giovane e vigoroso quartetto dei Devil Within, che bagna il proprio percorso discografico con l’altisonante EP “Not Yet”.

 

 

Un disco a cinque tracce combinato con minuziosa perizia, in quanto non solo ben riveste svariate sonorità metal, mette in risalto anche i testi che trattano argomenti diretti quanto impegnati, e che spaziano dalla forte determinazione per il raggiungimento dei proprio obiettivi a un’impossibile storia sentimentale fra Satana e una donna terrena, passando per l’uso quasi illimitato della tecnologia, la grande problematica dei bambini soldato, e la solitudine di un uomo soggetto a profonde crisi psicologiche generate dall’assenza di amore e felicità.

 

 

Si parte con la quinta inserita grazie alla fulminante “So Close”, dove batteria e chitarra rappresentano un fascio di lampi a energia formato led, così come per la scoppiettante “Price Of Ideologies” e il suo slancio a impulso trash col finale a effetto screamo, e l’iniziale e veemente passo rullante di “Flat Feet” che segna per il brano stesso un percorso a tutta adrenalina. Il sound si fa elettrizzante nella convincente “Unknow”, che riserva una sei corde da prima linea sia nel riff che nel solo, mentre nella conclusiva “Hellcome” c’è un forte richiamo alla sempre verde “Enter Sandman” dei faraonici Metallica.

 

Cinque tracce che rendono due distinte epoche griffate heavy metal un viaggio a tempo unico, assicurando “Not Yet” come potenza allo stato esaltante; e grazie anche alle performance live a feste quali Street Bier Fest, Biker’s Fest e Truck’s Raduno, e in locali come il Druso di Bergamo e il Legend Club di Milano, ci sono tutte le premesse perché i quattro carismatici ‘diavoletti’ possano fare terra bruciata a energia vitale.

 

 

Tracklist

1. So Close

2. Unknow

3. Price Of Idelologies

4. Flat Feet

5. Hellcome

 

 

Line up

Leonardo Rigamonti – chitarra e voce

Nicolas Amboni – chitarra solista

Michele Mangili – basso

Dylan Stucchi – batteria

 

 

Link

www.facebook.com/devilwithinbergamo

Facebook Comments