DOKKEN
Return to The East Live 2016 
Frontiers Music s.r.l. 
Release date: 20 Aprile 2018

 

 

Almeno una volta nella loro carriera musicale, le band hard rock anni ’80 ci cascano! Ammaliati dal fascino del Sol Levante, devono “per forza” sfornare un disco live in Giappone e pure gli stessi Dokken ci hanno pensato per la seconda volta a distanza di 30 anni dal live “Beast From East” con il nuovo album “Return To The East Live 2016”. Ovviamente non al famosissimo Budokan, un classico intramontabile per quasi tutte le band del genere, ma al Loud Park Festival in Giappone. Ora però i Dokken avrebbero poturo pensarla un po’ meglio con questa nuovo album “quasi” dal vivo (costituito da CD e DVD) dai troppi rimaneggiamenti in studio tanto da non sembrare registrato autenticamente in qualche venue. C’è da chiedersi poi come mai le tracce del CD non siano disposte nello stesso ordine del DVD, considerando che sul disco le tracce non costituiscono un continuum, come invece ci si aspetterebbe da un live con i controfiocchi.

 

 

Va bene che alcune parti di parlato siano state eliminate in studio perché ritenute superflue su un disco (anche se spesso fa piacere sentire i dialoghi e le interazioni delle band con il pubblico), ma staccare di colpo o tranciare di netto la fine o l’inizio delle canzoni non pare una trovata ben riuscita, soprattutto perché ci si aspetta sempre la tipica dissolvenza e la fusione di una canzone con la successiva, caratteristiche essenziali per rivivere le emozioni di un live, anche stando seduti comodamente sul divano di casa. Un esempio lampante è la traccia n. 10 dell’album come introduzione a “Alone Again”, dove la voce di Don Dokken, accompagnata dalla sola chitarra e da strumenti musicali indiani, introduce liriche diverse da quelle della canzone che conosciamo, le quali si interrompono di botto per qualche secondo fino al momento di inizio della “Alone Again” vera e propria con la traccia n. 11, che sembra davvero non avere il benché minimo punto di contatto con la intro precedente.

 

Questo disco nuovo, ma non attuale, trattandosi di una registrazione del 2016, suggella l’ennesima reunion del quartetto originario Dokken-Lynch-Pilson-Brown, annunciata e smentita più volte in tutti questi anni dal 2009-2010. Sicuramente si tratta dell’ennesima trovata commerciale per attirare nuovamente l’attenzione dello zoccolo duro della fan base della band. Al suo interno, troviamo quasi tutti i cavalli di battaglia dei Dokken in versione live, ad eccezione di tre tracce registrate in studio, una inedita e due rivisitazioni di vecchi successi in chiave acustica. “It’s Another Day”, di cui è appena uscito il video ufficiale il 21 marzo scorso, una canzone fresca in pieno stile Dokken con un ottimo tiro sotto tutti i punti di vista e con il quartetto in ottima forma, compreso Don, che ha colto nel segno con la sua voce senza pecche e per nulla affaticata.

 

 

Chiudono il CD le bonus track acustiche “Heaven Sent” e “Will The Sun Rise”, apprezzabilissime anche con questo nuovo “abito”, dove si captano le morbide sonorità che rimandano alle emozioni di un tempo quando queste canzoni sono uscite all’epoca rispettivamente con i dischi “Back For The Attack” e “Under Lock And Key”: in entrambe le versioni acustiche spicca ancora una volta la maestria e il vituosismo chitarristico di Lynch.

 

Come già accennato prima, il fulcro di questo “Return To The East Live 2016” è costituito da molte delle hit famosissime del gruppo americano, che purtroppo in questo live non sono state registrate in maniera ordinata con spezzoni di fragore del pubblico giapponese messe li quasi a caso; inoltre, gli stessi musicisti hanno perso mordente in ogni canzone anche per la diminuita velocità dei pezzi e dei toni rispetto all’originale; la stessa registrazione live risulta piuttosto pessima in quanto non sempre i suoni di ogni strumento sembrano amalgamati tra di loro e dalla voce del vocalist si colgono stecche che talvolta risultanto irritanti alle orecchie degli ascoltatori. Ebbene, queste sono le caratteristiche più eclatanti in questo nuovo parto travagliato dei Dokken, di cui però ricorderemo sicuramente la traccia inedita e le brillanti versioni acustiche delle track citate.

 

 

Tracklist:

 

CD

01 It’s Another Day (New Studio Track)

02 Kiss Of Death

03 The Hunter

04 Unchain The Night

05 When Heaven Comes Down

06 Breakin’ The Chains

07 Into The Fire

08 Dream Warriors

09 Tooth And Nail

10 Alone Again (Intro)

11 Alone Again

12 It’s Not Love

13 In My Dreams

14 Heaven Sent (Acoustic Studio Bonus Track)

15 Will The Sun Rise (Acoustic Studio Bonus Track)

 

DVD

01 Tooth And Nail

02 Unchain The Night

03 When Heaven Comes Down

04 Breakin’ The Chains

05 Into The Fire

06 Alone Again

07 It’s Not Love

08 Paris Is Burning

09 Kiss Of Death

10 The Hunter

11 Dream Warriors

12 In My Dreams

13 Behind the Scenes

 

 

Line Up:

Don Dokken – vocals

George Lynch – guitars

Jeff Pilson – bass

Mick Brown – drums

 

Link:

dokken.net

www.facebook.com/DokkenOfficial

twitter.com/dokken

instagram.com/dokken

 

Facebook Comments
2