FROM ASHES TO NEW

The Future

Better Noise Records / Eleven Seven Music

Release date: 20 Aprile 2018

 

 

Prendiamo 4 ragazzotti della East Coast, precisamente di Lancaster – Pennsylvania, cresciuti nell’ambito del Nu Metal, dell’Alternative Rock ed attratti dal Rap Metal e Rap Rock: il risultato sono i From Ashes To New. Cinque anni di attività, due Ep ed un Lp alle spalle ed ecco il loro nuovo lavoro, “The Future”. Una visione musicale innovativa e ricca di eccellenti spunti che spaziano da Linkin Park, Skrillex, Korn e Breaking Benjamin: un mix veramente devastante.

 

Il risveglio dei padiglioni viene dato da “Wake Up” che a colpi di chitarra baritona e testo in chiave Semi-Rap offre un eccellente presentazione della band. Molto curata la parte elettronica e digitale dei suoni che fanno la loro parte oltre ad un comparto ritmico preciso e scandito mentre nella Best Hits “Crazy” (disponibile il video) i toni sono leggermente più morbidi seppur rimanga preponderante la parte vocale che immediatamente porta alla memoria lo stile di Chester Bennington e Mike Shinoda dei Linkin Park, in questo caso il duetto prende i nomi di Danny Case e Matt Brandyberry. Ottimo il brano e dal groove convincente e molto radiofonico.

 

La propensione al digitale trova in “My Name” ampio sfogo. Brano molto in stile Eminem, con un Rap scandito e chiaro supportato dalla chitarra di Lance Dowdle dal sound tagliente ed incisivo, entrambi in netta contrapposizione l’uno con l’altra. Arie futuristiche si respirano in “Gone Forever” che svela un’altra sfaccettatura dell’ispirazione artistica della band, andando a estremizzare delle caratteristiche dei grandissimi Korn. Troviamo infatti sonorità decise e concrete oltre all’inserimento di parti in Semi Growl sul cantato che completano un quadro già di per se interessante.

 

La massima espressione artistica che accomuna i From Ashes To New ai Linkin Park è proprio “Broken”, una canzone che avrebbe potuto tranquillamente reclamare la paternità di Chester & Co. tanto che un orecchio non troppo attento potrebbe tranquillamente pensare ad un nuovo singolo dei Linkin Park. Il dettaglio della elaborata fase di post-produzione qui si palpa in maniera notevole tanto che la sezione digitale è di qualità elevatissima. Il terzetto formato dai due produttori Grant McFarland e Carson Slovak (August Burns Red) ed il mixaggio di Josh Wilbur (Korn, Lamb Of God) viene bissato con “Forgotten” altra Hit dell’album.

 

Giro di boa della tracklist ed ecco l’ennesimo brano sconvolgente, “Enemy”. Sicuramente tra i migliori di tutta la “scaletta” vantando un riffaggio di chitarra articolato, cambi di tempo di una certa complessità alla batteria ed un cantato che lascia a bocca aperta. Forse un richiamo alla memoria voluto con il titolo “Nowhere To Run” ma che è tutt’altra canzone rispetto alla arcinota Hit del LP. Un Pop-Rap-Rock morbido che segue i nuovi canoni targati USA di questi brani Crossover degli stili più disparati.

 

Si rientra un pochino nei ranghi dello stile artistico dei From Ashes To New con “Let Go”, mid tempo con accordi lunghi di chitarra ed arpeggi in palm muting saturi di Delay che fanno da base ad una parte vocale veramente convincente. Il trend dei brani positivi continua grazie a “On My Own”, esattamente il brano in canonico Nu Metal, bello, carico, eccellente base per i training più pesanti in palestra. Title Track “The Future” in chiusura porta in sè una personale visione del futuro, tanto da ricorrere in varie parti della canzone ad un coro di voci di bambini, il nostro futuro.

 

Qualcuno potrebbe commettere l’errore di definirli un clone dei leggendari Linkin Park ma l’errore sarebbe grossolano e soprattutto legato ad una scarsa valutazione e conoscenza delle due band. I From Ashes To New hanno raccolto un testimone importante e potrebbero portarlo in un futuro che si prospetta roseo per loro seppur le loro scelte creeranno pareri discordi e contrastanti in una loro obiettiva valutazione. Fate un attento ascolto di “The Future” e traete le vostre considerazioni!

 

 

Tracklist

01. Wake Up

02. Crazy

03. My Name

04. Gone Forever

05. Broken

06. Forgotten

07. Enemy

08. Nowhere To Run

09. Let Go

10. On My Own

11. The Future

 

 

LineUp

Matt Brandyberry (Vocals/Guitar/Keys/Programming)

Danny Case (Vocals)

Lance Dowdle (Guitar)

Mat Madiro (Drums)

 

Contacts

WebSite

Facebook

Twitter

Instagram

Facebook Comments
4