SERAPHIC EYES

Hope

Vrec/Audioglobe

Release date: 23 febbraio 2018

 

 

Uno tra brani più riusciti degli 883 recita ‘gli anni d’oro del grande Real’, parole che possono essere elargite anche a favore del grunge anni ’90: genere granitico e al contempo di raffinata melodia, che si lascia apprezzare nel nuovo lavoro dei Seraphic Eyes battezzato col titolo “Hope”.

 

Il trio biellese ci rende partecipi di un album che conquista sin dal primo ascolto, sia perché rievoca fasti sonori di grande suggestione, sia per un notevole talento compositivo e musicale godibile in tredici tracce, che strizzano occhio e note ai maestri Nirvana, Foo Fighters, Pearl Jam e Smashing Pumpkins senza rinunciare a scoppiettanti momenti punk targati Bad Religion.

 

E che il grunge sia con noi e col persuasivo e convincente singolo “JFK Spoke About This”, lodato dalla voce graffiante di Alberto Maconetto e da un video girato interamente con iPhone X.

 

Il ‘Seattle Sound’ prosegue con l’inneggiante “Losing Souls” (esaltata da una sei corde a dir poco imprevedibile), le intraprendenti “Crocodile Boots” e “Infinite Streets”, l’atmosferica e corale “You Will Know”, la ballad “Your Seraphic Eyes” e la pregiata “When I Suffered (Ode To Smell”), resa tale dai riff che rendono onore a “Smells Like A Teen Spirit” dei Nirvana.

 

È il momento di alzare il volume del punk per dare il giusto merito alla speranzosa e positiva “Another Life”, alla dinamica e coinvolgente “Alien Blood”, all’accattivante e smaliziata “The Reason”, alla ballad a echi The Clash “Time To Go”, e allo sfondo acustico della title-track “Hope” dal cantato sussurrato e con finale a sorpresa, che scopre lampi di solerte energia che si ripetono abilmente nell’approccio metal di “Running In The Dark”; un audio a elevazione massima che rende giustizia a gran parte del disco, facendo tornare alla mente il refrain del noto brano dei britannici Marrs che, modificato appositamente per l’occasione, si trasforma in un glorioso ‘Pump Up The Volume Grunge And Punk’.

 

L’epoca d’oro del grunge anni ’90 tenace e al tempo stesso raffinato, impreziosito e tenuto in auge anche nel Made In Italy grazie ai biellesi Seraphic Eyes, che hanno dato lucentezza a un album che non poteva ricevere migliore produzione se non dal celebre, stimato e multiplatinato Pietro Foresti, che ha realizzato lavori anche per musicisti di band quali Guns ‘N’ Roses, Korn, Unwritten Law e Asian Dub Foundation; mentre David Gnozzi e Rich Veltrop hanno provveduto a un mixing accurato per completare in brillantezza il benaugurante “Hope”.

 

 

Tracklist

1. Losing Souls

2. Crocodile Boots

3. JFK Spoke About This

4. Time To Go

5. Running In The Dark

6. Another Life

7. Hope

8. Infinite Streets

9. When I Suffered (Ode To Smell)

10. You Will Know

11. Alien Blood

12. The Reason

13. Your Seraphic Eyes

 

 

Line up

Alberto Maconetto – voce, chitarra

Laura Gagliardi – basso

Alessio Azzalin – batteria

 

 

Link

www.SeraphicEyes.com

www.facebook.com/seraphiceyes.it

Facebook Comments
3.5