SUNSTORM

Road to Hell

Frontiers Music

Release date: 8 Giugno 2018

 

 

 

Il progetto Sunstorm, capitanato da Mr. Joe Lynn Turner, una delle moderne Voice of Rock, è giunto al quinto capitolo. I precedenti lavori avevano un taglio tipicamente AOR, con “Edge of Tomorrow” del 2016 vi era una tendenza all’Hard mentre in questa ultima creazione il maestro si è attorniato di alfieri di elevatissimo calibro e dal taglio più “cattivo”.

 

Troviamo l’eccellenza italiana tra cui Alessandro Del Vecchio (Hardline) alle tastiere, il coriaceo Nik Mazzucconi al basso, il treno ritmico instancabile di Edo Sala (Folkstone) alla batteria ed il “Master of the Six Strings” Simone Mularoni (DGM). Una lineup da impallidire che offre ben 11 brani molto variegati e ben assemblati tra loro per una tracklist gradevolissima.

 

In avvio “Only the Good Will Survive”, brano di chiaro taglio Hard AOR, equilibrato e “canonico” nella sua stesura dove tutti i componenti danno un primo assaggio delle proprie qualità; attimi di puro godimento sulle note dell’assolo dalla tipica tinteggiatura delle opere di Simone Mularoni, chiaramente distinguibile per scelta dei suoni e fraseggio. La Title Track “Road to Hell” è incalzante e con un riffaggio pieno, sottolineato dalle rudi “slappate” di basso nonostante il bridge pre-refrain porta al settimo cielo grazie alla versatilità vocale di Joe Lynn Turner. Le tastiere di Alessandro Del Vecchio accentuano ulteriormente le atmosfere surreali del brano che esplode nuovamente sull’assolo.

 

La pienezza di riff corposi e suggestivi prosegue in “On The Edge”, ennesimo tripudio vocale ed estrema dimostrazione di affiatamento e compattezza del comparto strumentale. La batteria di Edo Sala è un metronomo perfetto, stacchi, doppiette e triplette senza mai una sbavatura cosi come anche in una delle Top Track “Blind The Sky”, brano in chiave Hard Rock con un ritornello ad elevato impatto emozionale grazie alle tastiere di Ale Del Vecchio che nuovamente fanno la differenza. Il riffaggio di chitarra, mai scontato o ripetitivo, esplode in un tecnicismo tipico dei DGM: da mozzare il fiato!

 

Un pizzico di morbidezza in più in “My Eyes On You”, mid tempo che lascia tirare un po’ il fiato ma senza perdere di tono rispetto al pregresso. Una bella mazzata nelle gengive lo assesta “Future To Come”, brano dalle spiccate coralità e dal tiro deciso per poi essere proiettati nell’immancabile ballad sentimentale “Everywhere”. Come in ogni lentone che si rispetti, il primo piano è sempre del singer che in questo caso esprime una performance eccezionale facendo raggiungere livelli emozionali assoluti, paragonabili solo a quelli offerti dal tiratissimo assolo.

 

Si cambia nettamente registro con “Resurrection” dove nuovamente Simone Mularoni da sfogo alla sua vena Progressive, offrendo un pezzo tipicamente in chiave DGM e dove tutti gli altri elementi si collocano in maniera stupenda senza fare una piega. Top! Top! Top! Un po’ di tregua ai padiglioni auricolari con “Calling”, morbida mid tempo, tutta groove e voce.

 

Un pizzico di vintage con “State Of The Heart” che per sonorità e stile, quasi come un flashback di quasi 30 anni, ma sempre dal gradevole gusto. Una bella ed azzeccata chiusura con “Still Fighting”, brano colorato, ritmato e fresco, ottima colonna sonora per ricordare i migliori momenti delle prossime vacanze estive.

 

Con un quintetto a trazione italiana ed assemblato ad hoc come questo è impossibile sbagliare. Tutto è perfettamente raccordato e piacevolmente armonizzato, quasi surreale se si considera l’estrazione dei singoli artisti che, in questo caso, hanno saputo dare un ulteriore segno di come possa nascere musica di altissimo livello indipendentemente dal background del singolo. Un album assolutamente da avere e consumare di ascolti.

 

 

Tracklist:

Only The Good Will Survive

Road To Hell

On The Edge

Blind The sky

My Eyes On You

Future To Come

Everywhere

Resurrection

Calling

State Of The Heart

Still Fighting

 

 

Line up:

Joe Lynn Turner – Voice

Simone Mularoni – Guitar

Edo Sala – Drum

Nik Mazzucconi – Bass

Alessandro Del Vecchio – Keyboard

 

Contacts:

Official WebSite

Official Facebook Page

Official Twitter Page

Facebook Comments