Dopo il Tour invernale torna nelle arene estive lo show del Reverendo Marilyn Manson, l’irriverente rocker, chiacchierato ed imprevedibile porta in giro il tour promozionale per l’ultimo disco “Heaven Upside Down”. Come sarà? Sarà lucido? Reggerà per tutto il concerto? Risposta: non moltissimo. Cadrà dal palco? Ci saranno colpi di scena? No!

 

Allo scoccare delle 21,30 si parte con un Intro e tanto fumo da non vedere nulla, troppo. La prima canzone è “Irresponsabile Hate Anthem”, il fumo si dirada e riusciamo a vederlo nel suo impermeabile nero ed il volto dipinto di bianco e nero. Formazione base con chitarra, basso e batteria + basi; i suoni sono buoni e lui canta discretamente, meglio quando lo fa in modo incazzoso. Arriva “Deep Six” e la folla si infiamma, l’arena è piena ma non colma, tanto nero, tattoo, dark, punk, curiosi e famiglie intere. Uno show per famiglie? Sì la trasgressione è contenuta, ripetuti lanci di microfono, cambi di abito, tanta teatralità ma nulla di censurabile. Chi lo ha visto nei primi live potrà capire la differenza. Un concerto Rock, suonato bene.

 

Tra un pezzo e l’altro ci sono state delle pause, svolte, lunghe che non hanno dato continuità allo show ma, al rientro Marilyn Manson si faceva perdonare. Durante “Kill4Me” salgono un gruppetto di ragazze dal pubblico, visibilmente contente dell’opportunità regalata, cantano con lui il coro, alla fine le ringrazia e le congeda. Una di loro, la più dark, resta sul palco come disorientata finché non gli fanno capire che è finita e deve uscire dal palco.

 

Dopo la cover di “Sweet Dreams” e “Antichrist Superstar” arriva la prima lunga pausa. Si riparte con e la super attesa “The Beautiful People”. Siamo quasi alla fine che giunge con “Say10” ( seiten-satan N.d.A.).

 

Un’ora e mezza di show, meno le pause; non un lungo concerto. Il nostro amorevole rocker, diverte ma non sorprende, ha fatto il suo dovere. Chi lo vedeva come un demone, una persona da esorcizzare, non ha mai capito niente, i cattivi sono altri, vestiti meglio e con la faccia pulita. Lunga vita al Reverendo!

 

GUARDA LE FOTO DEL CONCERTO QUI

Facebook Comments