La band australiana Slowly Slowly ha pubblicato oggi  un nuovo video tratto dal brano “Smile Lines”. Il singolo è tratto dall’album “St. Leonards”, disponibile ora via UNFD. Un brano che rappresenta in pieno lo stile di “St. Leonards”, dal ritornello oscuro e ammaliante che pone in risalto l’interpretazione di Garrod all’interno del video, il cui lato solare maschera un’anima vulnerabile e complessa.

 

 

 

A proposito di “Smile Lines” il frontman Ben Stewart spiega: “Abbiamo scritto il brano più heavy del disco  con la solita dose di energia e divertimento. Per scrivere questo brano ho volutamente cercato una situazione di totale silenzio all’interno della mia abitazione, provando a trasmettere una narrazione conflittuale, che sentivo sarebbe stato uno scenario importante per i momenti più aggressivi che di tanto in tanto abbiamo in sala prove. La giustapposizione sembrava giusta ed è qui che io e Michael Roberts abbiamo inventato il personaggio di Garrod, l’impiegato del supermercato. Una sorta di Jekyll e Hyde, duramente lacerato tra il suo sé annacquato e una complessa crudezza presente solo a porte chiuse. Penso sia una fase comune a moltissime persone, una trama che accomuna molti di noi. Collaborare con Thomas Watson (Garrod) è stato incredibile, ci ha fatto passare dal silenzio attonito alle risate in una casa molto fredda di una notte a Brunswick”.

Facebook Comments