CREYE

Creye

Frontiers Music Srl

Release date: 12 ottobre 2018

 

 

‘Quando a suonare è il cuore, le note fremono intensa passione e pura fantasia, arricchite da quei tocchi musicali a incanto magnificamente immediato’; non capita spesso di cominciare le recensioni elogiando le band con piccole odi, ma in questa interessante occasione il merito va tutto alla nuova realtà svedese chiamata Creye che, dopo l’Ep “Straight To The Top” pubblicato nel 2017, si candida per un piazzamento ad honorem con l’omonimo e brillante full-lenght d’esordio.

 

Band nata grazie al geniale intuito del chitarrista Andreas Gullstrand, con l’intento di accostarle un sound forgiato da rock melodico e arricchito di voluminosi contorni aor e raffinate venature pop, definendo il tutto con sostanzionse sfumature retrò squisitamente eighties; esperimento totalmente riuscito anche per merito di una produzione in linea con i tempi che corrono, celebrando un originale salto nel tempo con un tocco esclusivamente personale.

 

La tracklist presenta la bellezza di tredici tracce dove ogni dettaglio si eleva all’ennesima emozione, omaggiando un connubio avvincente che unisce melodie lussureggianti, tastiere travolgenti, chitarre pulsanti, basso e batteria a univoca perfezione, cori calzanti e la calda voce di Robin Jidhed a legittimare il tutto senza limiti di conquista, a cominciare dalla coppia di brani che hanno già fatto la fortuna dell’Ep, ovvero il fascio elettrizzante di “Straight To The Top” e l’abbraccio atmosferico di “Never Too Late”.

 

Per quanto l’album sia un toccasana di pirotecnica armonia, il rock rimane protagonista fungendo da gratificante tappeto rosso, sul quale fanno passerella il fresco brio di “Holding On”, l’esemplare potenzialità cult di “Christina”, e la briosa vitalità di “Different State Of Mind” rivestita di un video che cade a pennello; tre singoli magnetici che disegnano una parabola di sola ascesa.

 

Balzo avvincente che continua con la persuasiva “Nothing To Lose”, la vibrante “City Lights” e la dinamicità squillante di “Still Believe In You”.

 

Momenti a tinte idilliache dipingono le note suggestive delle mid tempo “A Better Way” e “All We Need Is Faith”, quelle della radiosa e armonizzata “Desperately Lovin’” (grazie a strofe seducenti e refrain a sfondo catchy), quelle della finezza delicata di “Love Will Never Die”, e infine esaltano la regale “Miracle” con licenza di estasiare, colpire e affondare; una fusione di tracce ottima a tutti gli effetti, e che assieme alle otto sopra menzionate esaltano un disco nato per vincere.

 

Non a caso la fortuna aiuta gli audaci, e il giovane sestetto di Malmo ha l’intrepido merito di avere tirato fuori dal cilindro, con una già spiccata professionalità, un album appassionante che emula brillantemente i gloriosi anni ’80, e che esalta in pompa magna una band dalla rockeggiante e melodiosa bacchetta magica, ornata di fresca creatività a dotata emissione Creye.

 

Tracklist

1. Holding On

2. Nothing To Lose

3. Different State Of Mind

4. Never Too Late

5. All We Need Is Faith

6. Miracle

7. Christina

8. Straight To The Top

9. Love Will Never Die

10. Still Believe In You

11. City Lights

12. Desperately Lovin’

13. A Better Way

 

Line up

Robin Jidhed – Lead Vocals

Andreas Gullstrand – Lead Guitar

Fredrik Joakimson – Rhythm Guitar

Gustaf Orsta – Bass

Joel Ronning – Keyboards

Arvid Filipsson – Drums

 

Link:

www.creyesweden.com

www.facebook.com/creyesweden

twitter.com/creyesweden

Facebook Comments