STEPHEN PEARCY

View to a Thrill

Frontiers Music

Release date: 9 Novembre 2018

 

 

Stephen Pearcy, il frontman dei celeberrimi RATT torna a farsi sentire… L’iguana attaccabrighe della band californiana è duro a mollare e vuole portare avanti il caratteristico sound West Coast di inizio 80’ies in solitaria. Per il suo progetto, ormai da oltre un decennio si avvale della chitarra di Erik Ferentinos che sfodera dei riff che sembrano scritti ormai 3 decadi fa ma che ancora se la fanno sucare!

 

Sound aggressivo e riffaggio coinvolgente grazie a “U Only Live Twice” nel migliore stile Round and Round dei bei tempi; ”Sky Falling” va fiera nuovamente di un bel chitarrone di Erik. Belli i cori durante la strofa ed interessante anche il solo, copione che viene ripreso anche in “Malibu” facendo si che l’accoppiata voce-chitarra diventi l’amplificatore di quanto Pearcy abbia voluto esprimere con le sue produzioni passate.

 

“One in a Million” è molto più andante come brano e nell’aria si respira qualche caratteristica velata dell’ ononima targata Guns N’ Roses. Ottimo il comparto di “Double Shot” che, seppur rimanendo sul più classico 4/4 in chiave Sleaze Rock, imprime un bel groove avvolgente ad un brano puntato tutto sulla parte vocale mentre la chitarra snocciola un riff abbastanza stereotipato e ripetuto, riprendendo carattere solo sull’assolo.

 

E’ ora di dare una sveglia e ci pensa “Secret to Tell”, forse una delle tracce più aggressive e ruvide dell’album; bellissima l’apertura melodica sul bridge alla fine delle strofe, molto molto figo così come il solo finale. Molto bella anche la scelta armonica di “Not Killin’ Me” ancora molto ancorata alla presenza scenica e vocale di Stephen che non si tira indietro nella muscolosa “Dangerous Things” in chiave Aerosmith di “Love in an Elevator”.

 

 

Mai rinnegare le proprie origini ed è con “I’m a RATT” che Stephen Pearcy richiama la sua provenienza artistica, seppur in passato i dissapori con la band siano stati all’ordine del giorno. Una bella song tirata e dal ritmo sostenuto che, come ogni brano “classico” non può non contenere un solo strappa corde.

 

Gli ultimi botti di fine LP grazie alla devastante macina sassi “From The Inside” che farà tabula rasa dell’ultimo cerume accumulato nei vostri condotti uditivi. Una sferzata di potenza tagliente come lamette ed assolutamente adatta all’entrata in scena di un wrestler sul ring della WWF. In chiusura “Violator”, vagamente ispirato alle arie Alice in Chains, che, insieme a “Sky Falling”, è il secondo brano eterogeneo rispetto al resto della tracklist che che forse non brilla più di tanto.

 

Sicuramente l’affinità artistica Pearcy-Ferentinos trova in “A View to a Thrill” la massima espressione artistica del progetto, un quid migliore di “Smash” del passato anno. Molto positive le impressioni sulla quasi totalità delle tracce proposte fatte salve le due citate poc’anzi che abbassano un pochino la qualità totale dell’album. Ottima la scelta delle sonorità e degli arrangiamenti che pur per nuovo suona come un cd di una volta.

Long live to RATT’n Roll!

 

 

Tracklist:

U Only Live Twice

Sky Falling

Malibu

One In A Million

Double Shot

Secrets To Tell

Not Killin’ Me

Dangerous Thing

I’m A Ratt

From The Inside

Violator

 

Lineup:

Stephen Pearcy: Lead Vocal e cori

Erik Ferentinos – Chitarra e cori

Matt Thorne – Basso, Tastiere e Cori

Scot Coogan – Batteria

 

Contacts:

Official WebSite

Official Facebook Page

Official Twitter 

Facebook Comments