FIST OF RAGE

Black Water

Andromeda Relix

Release Date: 23 novembre 2018

 

 

Dopo ben otto anni dal loro primo album, tornano a far parlare di sé i Fist Of Rage con un nuovo full-length carico di Heavy e Hard Rock. “Black Water” riconferma la potenza della band che già era stata dimostrata con l’album di debutto.

 

L’album si apre con il vigore di “Just For A While”; chitarre sferzanti, un basso ed una batteria incalzanti accompagnati dalle melodie della tastiera incorniciano perfettamente la potenza vocale di Piero Pattay, con un range vocale molto vario. La title track ha toni più “malinconici”, evidenziati dalla violenza delle chitarre, quasi a sottolineare quella particolare rabbia e mestizia che si percepisce dalla voce; un brano che sicuramente spicca nell’album. Altro brano degno di nota è Lost, una ballad carica di emozioni che riporta quasi all’AOR in un crescendo d’intensità che sicuramente colpirà gli ascoltatori. “These Days” e “Awake” sono brani molto catchy con melodie che prendono già dalle prime note lasciando la loro impronta nella mente di chi ascolta, due brani molto “divertenti” e mai banali.

 

Si cambia di nuovo tono con “Set Me Free” in cui la tastiera sottolinea sapientemente e fa risaltare ogni altro elemento senza mai prevaricare, un brano in cui si può notare quanto i membri della band siano in perfetta armonia tra loro. A conclusione dell’album, la dolcezza del brano “September Tears”: una ballad struggente, un duetto tra Piero Pattay e la purezza della voce di Giada Etro, che già abbiamo trovato nelle backing vocals del brano “Lost”, accompagnati dalle note di un pianoforte e dalle splendide orchestrazioni che fanno di questo pezzo una piccola perla.

 

I Fist Of Rage riescono a farsi apprezzare già dal primo brano anche da chi non conosce la loro musica, e con “Black Water” hanno raggiunto un ottimo compromesso tra atmosfere che riportano agli anni ’70 e quelle più classiche dell’Heavy Metal e Hard Rock, il tutto portato in chiave più moderna. Un album molto vario che non farà certo annoiare.

 

 

Tracklist:

01. Just For A While

02. New Beginning

03. Between Love & Hate

04. Black Water

05. Mudman

06. Lost

07. These Days

08. Awake

09. Set Me Free

10. September Tears

 

Line-Up:

Piero Pattay – Vocals

Marco Onofri – Guitar

Davide Alessandrini – Guitar

Saverio Gaglianese – Bass

Stefano Alessandrini – Keyboards

Alfredo Macuz – Drums

 

Link:

www.facebook.com/Fist.Of.Rage.Band

www.youtube.com/user/FistofRageband

www.reverbnation.com/fistofragerock

Facebook Comments