STATE OF SALAZAR

Superhero

Frontiers Music srl

Release date: 7 Dicembre 2018

 

A distanza di 4 anni dall’ottimo “All The Way” ritornano gli svedesi State Of Salazar, che molti di voi ricorderanno sul palco del primo Frontiers Rock Festival (tra l’altro avendo avuto l’onore di essere la prima band in assoluto ad esibirsi). Bisogna dire che anche se è passato del tempo, il combo scandinavo non ha spostato di molto le coordinate del suo sound. Il loro Aor molto soft rimane ancorato ai numi tutelari del genere come Toto, Survivor e (a tratti) Boston e nelle parti più al passo con i tempi segue le orme di gruppi come i Work Of Art. Rimangono inalterate (anzi migliorano) le capacità di songwriting della band, la quale riesce sempre a trovare linee melodiche e refrain di grande impatto.

 

Il cd inizia un po’ in sordina con “If You Wait For Me” che pur avendo un buona melodia si mette troppo in scia di band come W.E.T. o Work Of Art, mancando però di mordente. Si rimette in carreggiata con la successiva “My Heart Is At War” dove, la reinterpretazione del Toto style con elementi del classico aor scandinavo, centra l’obiettivo in pieno. Piccolo capolavoro è invece “Hold On Tonight” che affonda le sue radici nel rock melodico degli anni ’80 e si pone tra le loro migliori composizioni. Si prosegue con “Masquerade” e qui il senso di già sentito comincia a prendere il sopravvento. Non fraintendete, il cd rimane sempre su standard molto alti. Gli State Of Salazar dimostrano di saper scrivere dei gran bei pezzi, pezzi che non avrebbero sfigurato sugli album delle loro fonti d’ispirazione, ma che non aggiungono nulla, tranne una ottima capacità interpretativa. Scorrono le varie “She’s A Loaded Gun”, “Joanne” e “Someone I Know” e una per l’altra possono essere associate a Toto, Survivor e talvolta Boston. Questo di per sè non sarebbe un grosso difetto, ma la poca originalità nel proporre queste sonorità alla lunga rischia di far passare la loro creatività in secondo piano. Tutt’altro discorso per le ballad “Lie To Me”, dove il duetto tra Kristina Talajic e Marcus Nygren è struggente e in “Love Will Find A Way” dove il sassofono conferisce un pathos particolare alla canzone. La Title Track chiude col suo bel groove, anche se il refrain risulta un poco forzato.

 

“Superhero” è un buonissimo ritorno degli State Of Salazar, non farà gridare al miracolo per la sua originalità, non diventerà mai un disco epocale, ma gli amanti di queste sonorità ne resteranno certamente soddisfatti. Una cosa però bisogna dirla: ma era proprio necessario utilizzare una copertina che somiglia in modo imbarazzante a quella dell’ultimo Treat? Mah!

 

 

Track List 

01 If You Wait For Me

02 My Heart Is At War

03 Hold On Tonight

04 Masquerade

05 She’s A Loaded Gun

06 Lie To Me

07 Joanne

08 Someone I Know

09 To The Wire

10 Love Will Find A Way

11 Superhero

 

 

Line up:

Marcus Nygren – Vocals

Kristian Brun – Drums

Joan Thuresson – Guitar

Johaness Hansson– Bass

Kevin Hosford – Keyboards / Vocals

 

Special guest

Kristina Talajic – vocals (track 6)

Rasmus Nyvall – saxophone (track 10)

 

Link:

www.facebook.com/stateofsalazar

Facebook Comments