INGLORIOUS

Ride to Nowhere

Fontiers Music

Release date: 25 Gennaio 2019

 

 

I baronetti dell’Hard Rock del secondo millennio sono tornati con un nuovo ed entusiasmante album. Gli Inglorious a distanza di un paio di anni tornano a farsi sentire con il loro ruvido sound tutto orientato al passato. Dopo il successone di ”II”, loro seconda produzione giunta al primo posto della UK Rock Charts, ci riprovano con l’aggiunta di stile acquisita grazie a Kevin Shirley, storico produttore di Aerosmith e Led Zeppelin, che ha avuto il compito di affinare le già spiccate qualità della band.

 

Inizio spumeggiante grazie a “Where Are You Now?” che, grazie all’ottimo basso plettrato e distorto nella strofa acquisisce un groove trascinante, impreziosito da un bridge di chitarra carico e vigoroso per poi culminare nel ritornello ove Nathan James inizia a sfoderare le sue qualità. Molto più classica “Freak Show”, un concentrato melodico che punta tutto sui vocalismi senza ritrare troppo gli artigli delle chitarre legnose ma all’occorrenza taglienti; una prima proiezione di estate grazie a “Never Alone” che imprime un calore incendiario con le sue sonorità “tonde ed avvolgenti” specialmente grazie alla linea di basso di Colin Parkinson, sempre ben evidenziata nella linea armonica.

 

Brano che ricorda molto la linea artistica dei The Winery Dogs è “Tomorrow”, una Mid Tempo con un ruvido riff, graffianti interlude delle due chitarre di Andreas Z Eriksson ed Andrew Lowe ed un assolo della coppia veramente convincente. Una accelerata ritmica sensibile viene data grazie a “Queen” ove nuovamente il distinguo lo fa Nathan James con la sua performance vocale che tanto ricorda Richie Kotzen. Un bel 4/4 scandito come se fossero martellate, viene impresso dalle pelli di Phil Beaver mentre il brano scorre senza particolari picchi emozionali.

 

Ben altre sensazioni vengono suscitate sin dalle prime note di una delle Best Track “Time To Go”, un brano che alla lontana trae qualche ispirazione dall’asciutto Hard Rock degli Ac/Dc per poi fondersi nuovamente allo stile The Winery Dogs: che siano gli Inglorious la giusta via di mezzo artistica di due mostri sacri?? Viene da dire proprio che probabilmente è così visto che con il Master Piece “I Don’t Know” , un’altra Mid Tempo incandescente, la band sbaraglia ogni concorrenza, attestandosi sicuramente nell’apogeo dei migliori gruppi targati UK del decennio.

 

Più neutra “While She Sleeps” seppur non manchino finezze artistiche, specialmente vocali, che tengono alto il livello generale della produzione. Un bel pathos viene generato dall’intro della Title Track “Ride To Nowhere” che ha un sapore vintage in chiave Led Zeppelin dal gusto sopraffino ed elaborato. Nei seiminuti di canzone si viene veramente proiettati in un viaggio senza meta, cullati solo dalle linee musicali variegate che il brano offre, con decise accelerazioni e piacevoli arie di spensieratezza.

 

Con “Glory Days” la schiena viene percorsa da un brivido che solo con la calda voce di David Coverdale si può provare. Una bella ballad acustica tutta voce e anima da sentire a tutto volume, sicuri che i padiglioni auricolari godranno senza il minimo dubbio.

 

La versione Jap dell’album offre un’ulteriore perla, ossia la versione acustica di “I Don’t Know” in un duetto strepitosamente eccezionale tra Nathan James ed una non meglio identificata voce femminile, il tutto poggiato sulle note di piano ed Hammond suonate da Tony Draper: da togliere il fiato!

 

La band ha fatto un ulteriore step-up artistico, forse anche grazie al fatto di essersi affidati ad un produttore che più azzeccato non si poteva, vista la loro propensione al Hard Rock anni ’70/80. Spicca le loro capacità compensazione nei brani tra virtuosismi vocali e strumentali, ove non prevale nessuna delle due ipotesi ma che entrambe concorrono nella migliore resa di ogni brano. Veramente un album eccezionale!

 

 

Lineup:

Nathan James – Lead Vocals

Andreas Z Eriksson – Lead Guitar/Vocals

Andrew Lowe – Rhythm Guitar/Vocals

Colin Parkinson – Bass Guitar/Acoustic Guitar/Vocals

Phil Beaver – Drums/Percussion/Vocals

Hammond/Piano – Tony Draper (Only for acoustic version of “I Don’t Know”)

 

Link:

www.inglorious.com

www.facebook.com/weareinglorious

www.twitter.com/weareinglorious

www.instagram.com/weareinglorious

Facebook Comments