Rival Sons annunciano la pubblicazione dell’atteso nuovo album “Feral Roots”, disponibile da oggi, venerdì 25 gennaio, su etichetta Low Country Sound/Atlantic Records.

Quando hanno iniziato a scrivere i brani per “Feral Roots”Jay Buchanan (voce) e Scott Holiday (chitarra) si sono rintanati per una settimana in una baracca a due passi dallo storico Natchez Trace. Lì, nella lussureggiante e rigogliosa natura selvaggia dei boschi del Tennessee del Sud, hanno dato vita al nuovo album dei Rival Sons“Feral Roots” ostenta le proprie origini con un suono maestoso e uno spirito selvaggio.

 

“Ho lavorato per conciliare il mio rude DNA con la crescente dipendenza dalle nuove tecnologie e l’eccessiva comunicazione che ne deriva”, commenta Buchanan“Siamo circondati e subordinati dalle nostre creazioni; sono andato alla ricerca di quella natura indomita che ci ha creati e che ora giace sopita sotto l’odierna e coreografica civiltà”.

 

Prodotto dal collaboratore di lunga data, e vincitore di un GRAMMY® Award, Dave Cobb all’RCA Studio A di Nashville e al leggendario Muscle Shoals Sound Studio di Muscle Shoals, “Feral Roots” segna il debutto dei Rival Sons su Low Country Sound/Atlantic Records. L’artwork dell’album è stato realizzato dall’artista contemporaneo Martin Wittfooth“In passato componevamo on the road e, una volta terminati gli impegni live, entravamo subito in studio per registrare. Questa volta ci siamo presi una pausa per focalizzarci al meglio sui nuovi brani”, dice Holiday.

Per oltre sette mesi, Buchanan e Holiday si sono incontrati per lunghe sessioni, collaborando spesso anche da remoto (Holiday vive a Huntington Beach mentre Buchanan ora si trova a Franklin in Tennessee). “Io e Scott abbiamo parlato molto su come procedere e su quanto comporre. È stata una convergenza di stili e influenze”, aggiunge Buchanan. Importante fattore catartico è stato il trasferimento di Buchanan in una Vecchia casa di campagna.“Sono cresciuto in un paese tra le montagne e ho sempre voluto tornare a vivere in un ambiente simile. È stato un ritorno emblematico che ha notevolmente condizionato questi brani”.

 

Per oltre sette mesi, Buchanan e Holiday si sono incontrati per lunghe sessioni, collaborando spesso anche da remoto (Holiday vive a Huntington Beach mentre Buchanan ora si trova a Franklin in Tennessee). “Io e Scott abbiamo parlato molto su come procedere e su quanto comporre. È stata una convergenza di stili e influenze”, aggiunge Buchanan. Importante fattore catartico è stato il trasferimento di Buchanan in una Vecchia casa di campagna.“Sono cresciuto in un paese tra le montagne e ho sempre voluto tornare a vivere in un ambiente simile. È stato un ritorno emblematico che ha notevolmente condizionato questi brani”.

 

“Feral Roots” vede i Rival Sons superare i propri limiti e infrangere nuove barriere. “Il Rock ’n’ Roll è da sempre punto chiave della nostra identità culturale e questo è tangibile in ogni nostra canzone”, conclude Holiday.

 

Conosciuti ovunque per le loro incredibili performace live, i Rival Sons celebreranno “Feral Roots” con un tour mondiale che li porterà in Europa nei primi mesi del 2019. Unica tappa italiana il 14 febbraio al Campus Industry, Parma.

 

Rival Sons sono:

Jay Buchanan (Voce), Scott Holiday (chitarra), Dave Beste (basso), Mike Miley (batteria)

 

01. Do Your Worst

02. Sugar on the Bone

03. Back in the Woods

04. Look Away

05. Feral Roots

06. Too Bad

07. Stood By Me

08. Imperial Joy

09. All Directions

10. End of Forever

11. Shooting Stars

 

Per maggiori informazioni:

Official site

Facebook

Twitter

Instagram

Spotify

Apple Music

Facebook Comments