FEVER 333

Strength In Numb333rs

Roadrunner Records

Release date: 18 gennaio 2019

 

 

Se nel lontano 1977 saliva ‘La Febbre Del Sabato Sera’, nel nuovo arrivato 2019 a progredire è ‘La Brama Del Post-Hardcore’; e mentre nella seconda metà dell’epoca settantiana il protagonista era mr. John Travolta nelle vesti di Tony Manero, negli albori dell’anno in questione a spiccare il volo sono il cantante Jason Aalon Butler (ex-letlive), il batterista Aric Improta (Night Verses) e il chitarrista Stephen Harrison (ex-The Chariot), che nei panni dei Fever 333, e a seguito dell’ottimo EP “Made In America” pubblicato nel 2018, salgono nuovamente alla ribalta col fiammante full-lenght “Strength In Numb333rs”.

 

Un post-hardcore non solo energico e coinvolgente, si fa altresì avvincente grazie a una miscela variopinta a base di rap metal, trash, punk, hip-pop e una fresca spruzzata di ottima melodia, che il talentuoso trio di Inglewood ha shakerato con genio e creatività realizzando un cocktail elegante e pirotecnico, e che si può cominciare a degustare con l’intro dal curioso titolo “…”: un minuto che sembra riflettere la colonna sonora di una rivolta di strada, nonché tema fortemente sentito da una band devota alla causa rivoluzionaria.

 

In ogni album che si rispetti si è soliti dilettarsi a trovare la traccia regina, e con estrema puntualità anche “Strength In Numb333rs” entra nel nobile olimpo, per quanto tutti i nove brani restanti hanno del potenziale non indifferente come il singolo “Burn It”, ovvero un uragano di note che sprigiona un vortice di inarrestabile melodia e un video che mostra la contagiosa vitalità del combo losangelino; si fanno apprezzare anche le due perle griffate Hollywood Undead “Animal” e “Coup D’étalk”, mentre il titolo di ‘queen song’ spetta a “The Innocent” e i suoi 3 minuti abbondanti che trascinano ai confini della goduria.

 

Altre sorprese dalle stupefacenti sonorità si scoprono nel pazzesco effetto pogo di “Prey For Me/3”, nel trash stradaiolo di “One Of Us”, nel suggestivo eco della ballad acustica “Am I Here” e nelle long track “Out Of Control/3”, con epilogo da brivido melodico, e “Inglewood/3”, pacata nella prima parte dove viene omaggiata la città natale di Butler, e che prende slancio nel finale attraverso un screamo esclamato a gran cuore.

 

Talento genuino e senza limiti per Jason, Alec e Stephen, capaci di dare vita a un masterpiece dove scorrono fiumi di travolgente adrenalina e onde di distinta melodia, a favore di un sound esplosivo e appassionante, che accende una miccia a temperatura Fever 333.

 

 

Tracklist

1. …

2. Burn It

3. Animal

4. Prey For Me/3

5. One Of Us

6. Inglewood/3

7. The Innocent

8. Out Of Control/3

9. Am I Here?

10. Coup D’étalk

 

Line up

Jason Aalon Butler – Vocals

Stephen Harrison – Guitar

Aric Improta – Drums

 

Link

www.fever333.com

www.facebook.com/fever333

www.instagram.com/fever333

www.twitter.com/thefever333

Facebook Comments