Come ci comunicano dai rispettivi Comunicati Stampa ricevuti nella giornata odierna da Live Nation Italia e D’Alessandro e Galli, sono stati tutti assolti nel processo a Milano sul Secondary Ticketing online dei biglietti dei concerti.

 

Sono stati tutti assolti questa mattina dal gup di Milano Maria Vicidomini, i nove imputati per il presunto raggiro sulla vendita online di biglietti di concerti a prezzi maggiorati come, tra gli altri,  Coldplay e Bruce Springsteen, mettendoli in vendita in rete su piattaforme di bagarinaggio online. Secondo il giudice, il fatto non sussiste e non sono quindi responsabili Roberto De Luca e Antonella Lodi, titolari delle due società (anche loro assolte) Live Nation Italia e Live Nation 2, così come Domenico d’Alessandro e la sua società ‘Di Gi’, Charles Stephen Roest, amministratore del sito Viagogo e Vivo, e Corrado Rizzotto, ex amministratore del sito per la vendita on line di biglietti Vivo.

 

 

Live Nation Italia comunica – con grande soddisfazione – l’assoluzione da parte del Giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di Milano con formula piena “perché il fatto non sussiste” di Roberto De Luca, Antonella Lodi e Corrado Rizzotto rispettivamente Presidente e Amministratori Delegati della Società, nel processo che li ha visti coinvolti in merito a presunte irregolarità nella vendita di biglietti on line.
Il team di avvocati, che ha seguito Live Nation durante il procedimento, guidato da Paolo Siniscalchi e Alberto Mittone, commenta “E’ stato dimostrato che non vi era alcuna rilevanza penale nel comportamento dei nostri assistiti e anche l’impossibilità di trasferire il contenuto di una trasmissione televisiva in un processo penale”.

“Si chiude così una parentesi di oltre due anni e mezzo durante la quale sono stato sempre fiducioso e convinto della correttezza del nostro operato. Questa sentenza ci rende finalmente piena giustizia e non può che renderci felici. Ringrazio i nostri avvocati per il lavoro svolto” questo il commento di Roberto De Luca.

 

 

 

D’Alessandro e Galli comunica – Prendiamo atto con grande soddisfazione della decisione odierna del GUP del Tribunale di Milano di disporre sentenza di non luogo a procedere per insussistenza dei fatti contestati nei confronti di D’Alessandro e Galli e del suo legale rappresentante, Domenico D’Alessandro, nel cd procedimento sul Secondary Ticketing, nel quale è stata affermata l’insussistenza dei fatti contestati e la conseguente estraneità ad ogni fenomeno distorsivo del mercato.

Abbiamo confidato, come sempre, nel doveroso corso della giustizia, non rilasciando sino ad ora alcuna dichiarazione alla stampa in ordine al grave danno reputazionale che questa inchiesta ha causato alla Società.

Per fortuna, il tempo, come si usa dire, è galantuomo, e riafferma la dignità di un gruppo di lavoro, diretto da Mimmo D’Alessandro e Adolfo Galli, da sempre impegnato nella promozione della cultura musicale edegli eventi verso la più ampia platea di appassionati.

 

Prof. Avv Tullio Padovani

Avv Florenzo Storelli

avv Francesco Marenghi

Facebook Comments