Albert Eno musicista veneto e voce dei Kismet, che ha esordito nel 2018 come solista, ha rilasciato la sua personale reinterpretazione del brano “Hunger Strike”dei Temple Of The Dog, il supergruppo statunitense formatosi nel 1990 con membri di Soundgarden e Pearl Jam.

 

Con questa sua versione inaugura anche quella si può definire Cover In MyRoom, una serie di live session.

 

Questo il commento di Albert Eno: “Ho pensato di far uscire qualche video reinterpretando canzoni di artisti che hanno tracciato la mia crescita come cantante e musicista.
Chris Cornell è una delle mie più grandi fonti di ispirazione e prendere questo brano e cercare di farlo mio non è stato semplice, ma voglio che resti un modo per tributare uno dei più grandi artisti che io abbia mai conosciuto e ascoltato.”

 

Ricordiamo che Albert aprirà per il cantautore inglese Charlie Winston sabato 16 febbraio al Serraglio Social Club di Milano.

Facebook Comments