ONE OK ROCK

Eye Of The Storm

Fueled By Ramen

Release date: 15 febbraio 2019

 

 

Cominciare la recensione attraverso sfumature poetiche con la frase ‘Dal Giappone con passione’, stuzzica al tempo stesso il lato più divertente della fantasia, legandola al titolo di un film o di un’opera teatrale, o magari al più appropriato inizio di un libro che racconta del cantante Taka, del chitarrista Toru, del bassista Ryota e del batterista Tomoya: quattro giovani e bravi musicisti che dal 2006 esportano vivacità rock e sognante melodia che album dopo album, e in continua evoluzione, hanno portato alla pubblicazione del decimo, innovativo e interessante “Eye Of The Storm”. Questo il titolo del nuovo disco dei ONE OK ROCK!

 

Entrando nello specifico si tratta di un lavoro dove l’assodato J-rock lascia maggiore spazio a una melodia a sfondo alternative-pop, ma senza perdere l’essenza di una band che dell’originalità ne fa il proprio credo musicale, come si evince dalle tredici tracce della tracklist e i tre singoli-video nelle vesti di testimonial, ovvero la pulsante “Change”, la lodevole quanto indispensabile ballad “Wasted Nights”, e la paradisiaca e danzante “Stand Out Fit In”, resa tale sia da un video emozionante e a tinte coreografiche, sia da un’epica versione live realizzata con la partecipazione di un’orchestra di 53 elementi, altrettanto ben racchiusa in un cortometraggio registrato durante lo show sold-out all’Osaka-Jo Hall.

 

Le sorprese sono appena cominciate, poiché i piacevoli colpi di scena proseguono con l’acustica e a tratti spagnoleggiante “Letting Go”, con la passionale “Head High”, con l’accattivante e a tastiere variegate “Worst In Me”, e con l’uso dei sampler nell’esaltante “Giants”; la fischiettante e avvincente “Unforgettable” e la sottile ballad “In The Stars”, che vede Taka duettare con la cantautrice statunitense Kiiara, richiamano il sound cristallino dei singoli sopra menzionati.

 

Il disco presenta anche momenti dove i synth fanno da accomodante tappeto e dove le tracce scorrono lineari, come nel tocco moderno di “Eye Of The Storm”, nella ruffiana “The Last Time”, nella rapita atmosfera di “Grow Old Die Young” e nella corale “Push Back”, che spicca per merito di una partenza in sorprendente e lodevole stile Queen; anche tutto questo è semplicemente One Ok Rock.

 

Lungo il persorso di una carriera musicale reinventarsi è un coraggioso banco di prova per una band, ma è anche sinonimo di talento cristallino che al combo giapponese (tra l’altro vincitore ai Rock Sound Awards 2018 nella categoria “Best Live Performance”) non manca assolutamente, al punto di aver tirato fuori un perfetto connubio tra sgargiante melodia e rinnovato pop, che riveste di eleganti sonorità un album costellato di atmosfere brillanti, e pronto a dare un inedito e variopinto colore all’amato quartetto del Sol Levante.

 

 

Tracklist

1. Eye Of The Storn

2. Stand Out Fit In

3. Head High

4. Grow Old Die Young

5. Push Back

6. Wasted Nights

7. Change

8. Letting Go

9. Worst In Me

10. In The Stars (feat. Kiiara)

11. Giants

12. Unforgettable

13. The Last Time

 

 

Line up

Taka “Takahiro” Morita – Lead Vocals

Toru Yamashita – Guitar & Vocals

Ryota Kohama – Bass & Background Vocals

Tomoya Kanki – Drums & Background Vocals

 

 

Link

www.oneokrock.com

www.facebook.com/ONEOKROCK

www.twitter.com/ONEOKROCK_japan

www.youtube.com/ONEOKROCKchannel

www.instagram.com/ONEOKROCKofficial

Facebook Comments