Come ogni anno (ed è il settimo consecutivo) siamo qui per raccontarvi uno degli eventi che maggiormente spopolano in Germania: il Rock Meets Classic. Giunta alla sua decima edizione, la kermesse ideata e portata avanti da Mat Sinner, dopo tanti anni riesce ancora ad emozionare e raccogliere un pubblico eterogeneo (dal rocker incallito agli amanti della musica sinfonica). Negli anni passati hanno calcato il palco personaggi del calibro di Lou Gramm (Foreigner), Alice Cooper, Fracis Rossi (Status Quo), Joe Lynn Turner, Joey Tempest e tanti altri.

 

In questa edizione la punta di diamante è rappresentata da Ian Gillan (singer dei Deep Purple), il quale si trova in ottima compagnia grazie alla presenza di Kevin Cronin (Reo Speedwagon), Mike Reno (Loverboy), Andy Scott e Pete Lincoln (The Sweet) e Scott Gorham e Ricky Warwick (Thin Lizzy e Black Star Riders). In più in veste di ospiti speciali troviamo la cantante d’opera Anna Maria Kaufmann e il meraviglioso Dan Lucas (magari qualcuno di voi ricorda l’album dei Karo e suoi tre capolavori solisti), quest’ultimo fresco vincitore di The Voice Senior Germany.

 

Ad aprire le danze è la RMC Symphony Orchestra con un medley dei pezzi più famosi suonati nel Rock Meets Classic e in successione è la Mat Sinner Band che si prende la scena con “Rock You Like A Hurricane” (degli Scorpions) dove i coristi (tra i quali figurano i nostri Alessandro Del Vecchio e Giorgia Calleluori) si dividono le strofe della canzone. L’impostazione dello show prevede due canzoni a testa dei vari artisti e alcune chicche davvero gustose. Tutti gli artisti propongono le canzoni più famose delle loro discografie, Ricky Warwick e Scott Gorham con la loro carica entusiasmano con i pezzi dei Thin Lizzy, specialmente con l’iniziale “The Boys Are Back In Town” e la conclusiva “ Whiskey In The Jar”. La carica del primo e l’assoluto magnetismo del secondo sono poi i fiori all’occhiello della loro performance. Mike Reno si propone con versioni fotoniche di “Working For The Weekend” e “Almost Paradise” (cantata originariamente con Ann Wilson delle Heart per la colonna sonora di Footloose). Il cantante canadese possiede ancora una voce straordinaria e anche se l’aspetto non è più quello dei tempi passati riesce a lasciare il segno con una prova da pelle d’oca, grazie anche ai pezzi immortali dei Loverboy.

 

Straordinario successo poi di Pete Lincoln e Andy Scott (con la sua testata di capelli) degli Sweet che hanno ricevuto svariate standing ovation da parte del pubblico dell’Olympiahalle. Le varie “Action” (coverizzata dai Def Leppard), “Ballroom Blitz” e “Fox On The Run” hanno schiodato dalle sedie gli spettatori tedeschi, di solito non troppo inclini a manifestazioni entusiastiche. A conti fatti sono stati loro i veri trionfatori della serata. Loro e Dan Lucas. Il cantante tedesco ha letteralmente infuocato la venue con la sua voce portentosa. Le versioni di “Here I Go Again” (Whitesnake) e “Don’t Stop Believing” (Journey) rimarranno negli annali del Rock Meets Classic per la grande enfasi e l’impareggiabile coinvolgimento che sono riuscite ad ottenere. Ma non si finisce certo qui.

 

Kevin Cronin (cantante e chitarrista degli storici Reo Speedwagon, attivi fin dal 1971 ) ci ha deliziato con una prova maiuscola dove ancora una volta la voce e le partiture orchestrali l’hanno fatta da padrone. “Take It On The Run”, “Keep On Loving You” e soprattutto “Can’t Fight This Feeling” (che ci ha ricordato la favolosa scena del cult movie Rock Of Ages tra Russel Brand e Alec Baldwin) sono perle di inestimabile valore di questa serata. Ottima anche la prova di Anna Maria Kaufmann che, sebbene la connotazione operistica esuli un poco dalla serata, ha dimostrato una grande capacità interpretativa e un’ugola di tutto rispetto.

 

Non manca che l’headliner di questa edizione, Mr. Ian Gillan. Il buon Ian col passare degli anni ha perso l’esplosività delle sue corde vocali, ma da gran artista qual è, ha saputo puntare su registri diversi. Se da un lato “Highway Star” è oramai al di fuori delle sue possibilità, dall’altro pezzi come “Black Night” “Perfect Strangers” e “When A Blind Man Cries” possiedono sempre il loro grande fascino. La riproposizione di “Anya” da “The Battle Rages On..” è stata poi la chicca che è andata ad elevare la sua prestazione. Rimane comunque un piacere poter ascoltare la voce di uno dei cantanti più influenti della storia della musica. “Smoke On The Water”, con la presenza di tutti gli artisti sul palco, dona l’ultima sferzata di energia prima che cali il sipario su questa edizione 2019.

 

Come al solito tutto si è svolto con una precisione teutonica. Mat Sinner, coadiuvato dai fidi Alex Beyrodt e Tom Naumann alle chitarre, Jimmy Kresic alle tastiere, Moritz Muller alla batteria, dai coristi Kolinda Brozovic, Sascha Krebs, Alessandro Del Vecchio (come al solito un vero signore nell’after show), Giorgia Calleluori, Tiffany Heinben e dalla RMC Symphony Orchestra, hanno colpito ancora nel segno rendendo possibile uno show imponente e facendo sembrare il tutto di una facilità disarmante (anche se a conti fatti niente di quello al quale abbiamo assistito stasera si può definire facile).

 

Un grande ringraziamento ad Ale Del Vecchio e a Scott Gorham per la grande devozione dimostrata ai loro fan. Sono già uscite le date per l’anno prossimo, l’headliner sarà Alice Cooper, se fossi in voi un pensierino ce lo farei!

 

 

 

 

Setlist Rock Meets Classic 2019

01. Intoduction (The RMC Symphony Orchestra)

02. Rock You Like A Hurricane (Scorpions, Mat Sinner Band)

03. The Boys Are Back In Town (Scott Gorham & Ricky Warwick)

04. Waiting For An Alibi/Don’t Believe A Word (Scott Gorham & Ricky Warwick)

05. Working For The Weekend (Mike Reno)

06. Almost Paradise(Mike Reno)

07. Action (Andy Scott & Pete Lincoln)

08. Blockbuster (Andy Scott & Pete Lincoln)

09. Take It On The Run (Kevin Cronin)

10. Can’t Fight This Feeling (Kevin Cronin)

11. Il Lago Dei Cigni (The RMC Symphony Orchestra)

12. The Last Unicorn (Anna Maria Kaufmann)

13. Phantom Of The Opera (Anna Maria Kaufmann)

14. Here I Go Again (Whitesnake, Dan Lucas)

15. Don’t Stop Believing (Journey, Dan Lucas)

16. Jailbreak (Scott Gorham & Ricky Warwick )

17. Whiskey In The Jar (Scott Gorham & Ricky Warwick)

18. Loving Every Minute Of It (Mike Reno)

19. Turn Me Loose (Mike Reno)

20. Ballroom Blitz (Andy Scott & Pete Lincoln)

21. Fox On The Run (Andy Scott & Pete Lincoln)

22. Roll With The Changes (Kevin Cronin)

23. Keep On Loving You (Kevin Cronin)

24. Pomp & Circumstance n° 1 (The RMC Symphony Orchestra)

25. Highway Star (Ian Gillan)

26. Black Night (Ian Gillan)

27. Anya (Ian Gillan)

28. When A Blind Man Cries (Ian Gillan)

29. Perfect Strangers (Ian Gillan)

30. Hush (Ian Gillan)

31. Smoke On The Water (All Artists)

 

www.rockmeetsclassic.de

Facebook Comments