THE TREATMENT

Power Crazy

Frontiers Music S.r.l.

Release date: 22 marzo 2019

 

 

<<Great Scott!>>, usando la famosa espressione inglese per indicare stupore presa dai cult movie “The Rock Horror Picture Show” o “Ritorno Al Futuro”, nemmeno noi non possiamo non meravigliarci per la performance vocale di Tom Rampton – ovvero la versione britannica del ben famoso Bon Scott degli AC/DC – che si presenta ai fan della band hard rock The Treatment in veste ufficiale proprio con il nuovissimo quarto album in studio in uscita il 22 marzo per Frontiers, “Power Crazy”.

 

Del gruppo di Cambridge, che gia avevamo avuto modo di conoscere dal 2008, anno di fondazione della band, come supporto a nomi importantissimi nel panorama musicale hard rock, quali Alice Cooper, Kiss, Steel Panther, Thin Lizzy e Airbourne, per citarne alcune, confermiamo ancora una volta la bravura e l’estrosità con il nuovo disco; ora speriamo che questa sia la line-up definitiva della band dopo i numerosi cambi generazionali all’interno del gruppo dalle origini fino ai giorni attuali (siamo già al terzo cambio di chitarrista e al secondo del vocalist-frontman), come già gli stessi The Treatment citano nella traccia 11 di questo album, in “The Fighting Song”: “… Caught in the storm, but we carry on. Called every name since we were born. But we’re still here and we’re going strong.”, che rappresenta un po’ la carriera della band.

 

Ma apriamo subito con i primi pezzi dall’hard rock blueseggiante, “Let’s Get Dirty”, che è anche il primo singolo di cui è apparso il lyric video, dalla batteria tuonante e dal bel tapping abbinati alla voce in sincrono del cantante, e “Rising Power” dal cantato decisamente alla Bon Scott, così come si percepisce nella già citata “The Fighting Song” verso la fine dell’album. Il blues di “On The Money”, ricorda un po’ gli ZZ Top prima maniera ed ha un buon passo ritmato. Con “Bite Back”, di cui abbiamo il lyric video e la versione acustica come bonus track, si notano i riff cadenzati alla AC/DC, che non possono non portare l’ascoltatore a saltare e a fare headbanding.

 

Continuiamo con una canzone più soft e lenta, “Luck Of The Draw”, dal feeling blues dei tempi andati che danno una carica emotiva per via del fraseggio delle chitarre. “Hang Them High” ti riporta invece sull’onda rock con forza energetica (Da guardare il video). I The Cult sembra appaiano in una veste moderna nella successiva “Scar With Her Name”, dai passaggi hard rock tendenti nuovamente al blues. Molto ‘catchy’ sono “King Of The City”, un crossover tra punk, hard rock e il metal anni ’80, il tutto combinato alla perfezione, e “Falling Down”, ritmatissma e allegra fino alla fine. La lenta “Waiting For The Call” ha frange melodiche alla Whitesnake e “Laying It Down” presenta dei groove potenti.

 

Bene! Possiamo ormai decretare il rientro in grande sulle scene musicali da parte dei The Treatment, che inizieranno finalmente a marzo il tour inglese di “Power Crazy” e avranno come supporto gli Airrace, mentre a maggio proseguiranno in Europe insieme ai Bigfoot come gruppo spalla.

 

 

Track list:

1. Let’s Get Dirty

2. Rising Power

3. On The Money

4. Bite Back

5. Luck Of The Draw

6. Hang Them High

7. Scar With Her Name

8. King Of The City

9. Waiting For The Call

10. Laying It Down

11. The Fighting Song

12. Falling Down

13. Bite Back (Acoustic) (Bonus Track)

 

Line-up:

Tom Rampton – Vocals

Tagore Grey – Guitar, Backing Vocals

Tao Grey – Guitar

Dhani Mansworth – Drums

Rick ‘Swoggle’ Newman – Bass

 

Link:

www.facebook.com/TheTreatmentOfficial

twitter.com/TheTreatmentUK

Facebook Comments