MORTADO

Rupert the King

Blasphemous Records

Release date: 26 Aprile 2019

 

 

Si potrebbe sottotitolare ‘Ritorno al Futuro 4’ il lavoro di debutto dei Mortado, band in cui milita la ‘voce’ storica degli Extrema, Gianluca Perotti (qui in veste anche di chitarra ritmica), visto il ripescare di molte dinamiche thrash ‘eclettiche’ di band dei primi anni ‘90s, tra cui proprio gli Extrema di ‘Tension at the Seams’,i Forbidden di ‘Twisted into Form’ ed anche i Death Angel di ‘Frolic through the Park’ (anche se questi risalgono alla fine degli ‘80s).

 

L’inizio, lasciato alla title-track Rupert the King’, ‘In the Middle of the Night’ e ‘Babylon’s Flag’ mostra subito la dinamica e la fluidità del songwriting che fu degli Extrema storici e dei loro punti di riferimento quali Death Angel, Metallica di ‘…and Justice for All’ e Suicidal Tendencies, venire rinvigoriti e potenziati da una corposità del suono delle chitarre ed una sessione ritmica martellante, veloce e multiforme, che pesca nel meglio del thrash classico ‘attuale’ (Overkill e Anthrax da una parte, e Trivium, Ex Mortum ed Evile, dall’altra), per creare un motore in grado di trasportare l’armamento principale composto dalle chitarre del già citato Perotti e del solista Stefano Franzè, fratello di Simone (basso), con quest’ultimo che completa il duo ritmico con il batterista Manuel Togni, già attivo con quel gioiello di band che sono i thrash/progster Aleph.

 

A coronare il tutto, vale a dire brani come le splendide ‘Double Face’, in pieno stile ‘Tension….’, Dangerous Deal o i due gioielli dell’album, ‘The Art of Soul’ e ‘Secret Society’, gli assolo pieni di gusto, carattere e frizzante energia rabbiosa di Stefano e, come era giusto aspettarsi, la voce di GL, sempre meravigliosamente astiosa verso il mondo, multiforme, capace di essere potente, ruvida ma anche melodica con, in aggiunta, una leggera cupezza che rende il tutto più vivido, bruciante e presente, figlio di questi tempi (come lo sono, da sempre, i suoi testi – ascoltate con attenzione la ballad acustica ‘The Great Spirit’), ma non per questo pedante e trendy, oppure supponente e nostalgico. No, signori: questo è puro, talentuoso ed eterogeneo thrash metal suonato con talento, cuore e stomaco e GL e compagni anche partorito un disco da consumare e far entrare nelle vostre vene e nell’anima. Bentornato GL, benvenuti Mortado!

 

 

Tracklist:

1 Rupert The King

2 In The Middle Of The Night

3 Babylon’s Flag

4 No Escape

5 Double Face

6 Dangerous Deal

7 The Great Spirit

8 Venom

9 The Art Of Soul

10 Secret Society

11 Blood Shower

 

 

Line-up:

Gianluca GL Perotti: vocals, rhythm guitars

Manuel Togni: drums

Simone Franzè: bass

Stefano Franzè: lead guitars

 

Link:

www.facebook.com/magomortado

Facebook Comments