Online il video ufficiale di “AK77”, il nuovo singolo dei Linea 77 con  Salmo e Slait,  e la produzione firmata da Sir Bob Cornelius Rifo a.k.a The Bloody Beetroots.

 

Sconvolgente e destabilizzante come un attacco a sorpresa, violento come una manata in faccia, la clip è un omaggio al lungometraggio di Stanley Kubrick Full Metal Jacket. Un serrato e accuratissimo susseguirsi di citazioni della pellicola dove indiscussa protagonista è la storica band di Torino, chiamata ad interpretare i principali personaggi del film e vessata da uno spietato Salmo nei panni del sergente Hartman.

 

Prodotto da Reef Studio con la regia di Andrea Folino e pubblicato su etichetta Polydor/Universal, il video contribuisce ad alimentare la grande attesa per la data unica della band del prossimo 6 Novembre all’ Alcatraz di Milano. Ma quello che offrono oggi i Linea 77 è solo un piccolo sorso rispetto alla grande sbronza che hanno in serbo per i loro fan.

 

“I video in playback nei capannoni ci avevano stufato già dieci anni fa, avevamo solo voglia di divertirci e spostare l’asticella più in alto, anche giocando d’azzardo con noi stessi. L’esito naturale del pezzo non poteva essere che la deriva verso il film di Kubrick: una volta selezionate le scene da riprodurre e considerando che sarebbe stato da matti lasciarsi sfuggire quest’occasione viste le innegabili somiglianze tra Dade, Nitto e Salmo con il Soldato Jocker, Palla di Lardo e il Sergente Hartman, la vera sfida è diventata ricostruire quasi con piglio filologico ogni singolo fotogramma.”

 

La cura nei dettagli è stata a dir poco maniacale: dall’individuazione del corretto pantone dell’intonaco della caserma e del giusto grado di usura delle brande sino all’utilizzo delle ottiche originali voluti da Kubrick e al ripetersi persino gli errori da lui commessi nell’assoluto rispetto dell’ opera del maestro.

 

Per il resto nessuna controfigura è stata maltrattata durante le riprese, ogni singola scena è stata messa in atto dalla formazione completa dei Linea 77 nei tre faticosissimi giorni di produzione ad Olbia e probabilmente nella storia poche interpretazioni del discorso iniziale di Hartman potranno risultare credibili quanto quello di Salmo.

Facebook Comments